24 Giugno 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Uzbekistan: a Roma festa per 32° Indipendenza della Repubblica

18-09-2023 16:04 - Ambasciate
Amb. Otabek Akbarov - Foto di Daniele Cama Amb. Otabek Akbarov - Foto di Daniele Cama
GD – Roma, 18 set. 23 - A Roma si è svolto il ricevimento per il 32° anniversario dell’Indipendenza della Repubblica dell’Uzbekistan, organizzato dall’ambasciata dell’Uzbekistan e dall’ambasciatore Otabek Akbarov.
Gli ospiti sono stati accolti dall’ambasciatore e da sua moglie Nisa Akbarova nel grande salone del Grand Hotel Parco dei Principi. Il ricevimento si è aperto con un aperitivo a base di finger food. Tra i principali ospiti: Fabio Cassese, ministro plenipotenziario e Consigliere Diplomatico del Presidente della Repubblica Italiana; Ludovico Serra, capo Unità Federazione Russa, Europa Orientale, Caucaso e Asia Centrale del MAECI); Carlo Romeo, direttore per gli Affari Economici del Ministero degli Affari Esteri; mons. Emil Paul Tscherrig, decano del Corpo Diplomatico in Italia, Nunzio Apostolico in Italia e nella Repubblica di San Marino. Inoltre erano presenti gli ambasciatori e diplomatici dell’Azerbaigian, Georgia, Kazakistan, Kirgizistan, Russia, Turchia, Regno dell'Arabia Saudita, Egitto, India e Pakistan. Con essi i più importanti rappresentanti delle aziende governative quali SACE e SIMEST, università, aziende leader in Italia e organizzazioni internazionali.
Dopo gli inni nazionali dell'Uzbekistan e dell'Italia, sono seguiti i saluti di benvenuto dell’ambasciatore uzbeko, del console onorario dell'Uzbekistan per la Lombardia e la Liguria Massimo Pollio e della rappresentante dello sponsor Enter Engineering, Alexandra Dashevskaya.
L’amb. Otabek Akbarov ha ricordato l’importanza storica della ricorrenza facendo notare che 32 anni fa l’Uzbekistan ha ottenuto la sua indipendenza e dopo aver superato molte difficoltà e sfide, come ha affermato il presidente dell’Uzbekistan, Shavkat Mirziyoyev, durante le recenti celebrazioni a Tashkent, “In senso figurato, il bambino, nato trentadue anni fa è diventato adulto con un’opinione indipendente, una visione del mondo e i propri obiettivi. Allo stesso modo, l’Uzbekistan di oggi, dopo essere stato temprato attraverso prove e acquisito l’esperienza necessaria, è emerso come uno Stato sovrano con i propri obiettivi, indirizzi e posizione”.
L’ambasciatore ha detto ancora: ”l’anno 2023 è stato segnato da un evento storico nei nostri rapporti con l’Italia. Dopo una pausa di 23 anni, l'8 e il 9 giugno 2023, i leader di Uzbekistan e Italia hanno tenuto un vertice bilaterale a Roma. Negli incontri del nostro Leader con il Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella e la Presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni, è stata discussa l'intera gamma di questioni relative alle relazioni tra i nostri Paesi a livello bilaterale, regionale e internazionale. Il risultato principale della visita è stata l'adozione di una Dichiarazione Congiunta sulla creazione di un partenariato strategico tra l'Uzbekistan e l'Italia. L’Italia è diventata il primo Paese dell’Europa occidentale a stabilire relazioni di così alto livello con l’Uzbekistan. Secondo la dichiarazione verrà creato un Dialogo Strategico Regolare a livello dei Ministri degli Esteri, che coprirà l'intero spettro del settore politico, economico e culturale delle relazioni bilaterali, nonché le questioni internazionali. Inoltre, sono stati firmati più di 10 documenti intergovernativi e interdipartimentali volti a rafforzare la cooperazione in vari campi. Tra questi ci sono accordi nei settori dell’applicazione della legge, della proprietà industriale, dell’agricoltura e della cultura. Particolare attenzione è stata prestata all’approfondimento della cooperazione industriale, alla creazione di condizioni favorevoli per sostenere le iniziative imprenditoriali, all’attuazione di progetti di partenariato pubblico-privato nell’ambito della medicina, allo sviluppo dell’innovazione e all’espansione dei legami culturali e umanitari.
L’ambasciatore ha aggiunto: ”in qualità di Rappresentante Permanente dell'Uzbekistan presso la FAO, l'IFAD e il WFP, il 7 e l’8 settembre, su iniziativa del nostro Presidente si è tenuta a Samarcanda la Conferenza Internazionale sulla Sicurezza Alimentare e il Forum sugli Investimenti Agroalimentari. La Conferenza è stata organizzata con il supporto tecnico dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO), dove hanno partecipato i Ministri dell'agricoltura di 10 Paesi, compresa l'Italia, viceministri di 7 Paesi, alti diplomatici di 13 Paesi e rappresentanti di oltre 30 organizzazioni internazionali e scientifiche, nonché istituzioni finanziarie. Di conseguenza, è stata adottata la Dichiarazione di Samarcanda sulla sicurezza alimentare globale. Nell'ambito del Forum Agricolo sono stati conclusi accordi per un valore di 1,88 miliardi di dollari.

Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie