20 Luglio 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News

Ucraina: ICCROM, rafforzare salvaguardia e recupero patrimonio culturale

05-07-2024 18:06 - Arte, cultura, turismo
GD - Kyïv, 5 lug. 24 - Nel contesto del conflitto armato in corso, il patrimonio culturale dell’Ucraina si trova ad affrontare minacce senza precedenti. Con l’UNESCO che conferma il danno a ben 412 siti del patrimonio culturale e il Ministero della Cultura e della Politica dell’Informazione MCIP dell’Ucraina, che documenta il grave danno o la distruzione di 1.080 siti in 15 oblast, c’è urgente bisogno di una strategia proattiva per salvaguardare il patrimonio.
Per affrontare questa situazione critica, l'ICCROM Centro Internazionale per lo Studio della Conservazione e del Restauro dei Beni Culturali, di Roma, ha lanciato un progetto sviluppato in termini di capacità chiamato "Potenziamento delle capacità in Ucraina per il pronto soccorso e la pianificazione del recupero del patrimonio culturale", con il sostegno della Direzione generale dell’Istruzione, della gioventù, dello sport e della cultura della Commissione Europea e in collaborazione con il Ministero ucraino della Cultura e della Politica dell’Informazione, l’Agenzia per la resilienza culturale, il Museo Maidan e l’Heritage Emergency Response Initiative.
La componente principale del progetto è un corso misto in presenza sul primo soccorso, il recupero precoce e la riduzione dei rischi per il patrimonio culturale in tempi di crisi. Questa formazione completa mira a dotare un team nazionale specializzato di 23 “primi soccorritori” culturali con le competenze necessarie per gestire e mitigare i rischi per il patrimonio sia materiale che immateriale.
Questa formazione è stata lanciata online nell'aprile 2024, con la partecipazione dei partner del progetto. Dopo tre moduli online tenutisi in precedenza a maggio e una formazione fondamentale tenutasi dal 24 al 27 giugno scorso, i partecipanti provenienti da 9 oblast dell'Ucraina si riuniranno a Kyïv da oggi al 14 luglio per un seminario di due settimane in presenza. La formazione fornirà ai partecipanti le competenze e le conoscenze necessarie per fornire il primo soccorso e pianificare il recupero del patrimonio mobile, immobile e immateriale.
I partecipanti si impegneranno in simulazioni, attività pratiche ed esercitazioni pratiche, oltre a lavorare in stretta collaborazione con il personale di gestione delle emergenze, restauratori esperti del Centro nazionale di restauro dell'Ucraina e agenzie di aiuto umanitario. La formazione si concentrerà anche sul miglioramento delle capacità di comunicazione in caso di crisi e sulla garanzia della sicurezza personale in condizioni pericolose.
Il gruppo eterogeneo di partecipanti comprende storici dell'arte, antropologi culturali, archeologi, curatori, restauratori, archivisti, bibliotecari, storici, gestori di musei e siti, architetti e ingegneri. Inoltre, esperti del settore umanitario, militare e della protezione civile contribuiranno allo scambio interdisciplinare.
La componente di persona di questo progetto è stata lanciata ufficialmente oggi a Kyïv. Tra gli ospiti sono intervenuti rappresentanti dell'ICCROM, della Commissione Europea, MCIP, ACURE e HERI, insieme a professionisti del patrimonio culturale, soccorritori di emergenza e leader delle comunità locali.
Il progetto “Potenziamento delle capacità in Ucraina per il pronto soccorso e la pianificazione del recupero del patrimonio culturale” rappresenta un progresso significativo verso la salvaguardia del patrimonio culturale ucraino tra le sfide attuali. Creando una rete di operatori culturali qualificati e promuovendo la collaborazione interdisciplinare, questa iniziativa mira a garantire la resilienza e la continuità del ricco patrimonio culturale dell'Ucraina.
L’ICCROM è un’organizzazione intergovernativa dedicata alla conservazione del patrimonio culturale. Mira a migliorare la qualità delle pratiche di conservazione e ad aumentare la consapevolezza sull’importanza di preservare il patrimonio culturale. Serve la comunità internazionale rappresentata dai suoi Stati membri. L’ICCROM contribuisce a preservare il patrimonio culturale nel mondo oggi e in futuro attraverso cinque principali aree di attività: formazione, informazione, ricerca, cooperazione e advocacy.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie