19 Maggio 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Opinioni

SpecialEurasia: «Conflitto in Ucraina: rischio geopolitico, propaganda jihadista e minaccia per l’Europa»

04-05-2022 11:58 - Opinioni
GD - Roma, 4 mag. 22 - Il thing tank SpecialEurasia ha pubblicato il libro «Conflitto in Ucraina: rischio geopolitico, propaganda jihadista e minaccia per l’Europa», nato dal lavoro del team di SpecialEurasia e come risultato dei progetti “Ukraine Crisis & Conflict” e “Monitoring Jihadist Propaganda & Terrorism”. Il testo si pone come obiettivo quello di analizzare il rischio geopolitico derivante dalla propaganda jihadista e dalla presenza dei foreign fighters nel conflitto ucraino e le possibili ripercussioni per il continente europeo.
Gli autori Silvia Boltuc, managing director di SpecialEurasia, Giuliano Bifolchi, dottore in Storia dei Paesi Islamici e research manager di SpecialEurasia, e Daniele Garofalo, analista specializzato in propaganda jihadista e terrorismo, nel libro si pongono l’obiettivo di analizzare il rischio geopolitico per l’Europa derivato dalla presenza di combattenti stranieri in territorio ucraino e dalla propaganda jihadista veicolata in diverse lingue (inglese, arabo, russo, ecc.) che etichetta lo scontro bellico tra Mosca e Kiev come una ‘opportunità’ per i foreign fighters di ottenere armamenti e addestramento, facendo leva sull’istituzione della ‘legione internazionale’ da parte del Governo ucraino, e così approdare sul suolo europeo.
Per dimostrare il reale interesse e pericolo derivante dalla propaganda jihadista nel testo vengono presentate fonti in lingua originale così come immagini tratte dai diversi canali mediatici dei gruppi terroristici.
Nell’introduzione Silvia Boltuc analizza il contesto geopolitico del conflitto ucraino evidenziando il ruolo strategico dell’Ucraina nella politica estera del Cremlino, nel mercato energetico europeo e soffermandosi sulle regioni ucraine maggiormente attrattive per quel che concerne le risorse minerarie e il potenziale industriale, aree che oggigiorno vedono il maggior impegno militare delle forze armate russe.
Nel primo capitolo Silvia Boltuc continua la sua esposizione delineando una breve cronologia degli eventi che dal 2013 ad oggi hanno portato allo scontro militare russo-ucraino mentre nella conclusione finale viene valutato il potenziale rischio geopolitico per l’Europa e l’Italia derivante dall’attuale crisi internazionale e dalla presenza di combattenti stranieri in Ucraina i quali, secondo le fonti del Cremlino, avrebbero superato le 6 mila unità.
Nel secondo capitolo Giuliano Bifolchi focalizza l’attenzione sulla connessione tra il conflitto ucraino e il Caucaso del Nord attraverso l’analisi della propaganda jihadista in lingua russa, con speciale attenzione al Vilayat Nokhchichoy di Imarat Kavkaz (Emirato del Caucaso), e lo studio dei gruppi armati ceceni operativi in Ucraina come il Battaglione Dzhokhar Dudayev e il Battaglione Shaykh Mansur. In questo capitolo, quindi, il lettore ha la possibilità familiarizzare con i principali elementi della comunicazione strategica utilizzati dai gruppi armati ceceni operanti in Ucraina e dai portali in lingua russa di opposizione al Cremlino che per i termini utilizzati e il messaggio veicolato possono definirsi afferenti al terrorismo nord caucasico.
Daniele Garofalo, invece, nel terzo capitolo fornisce una panoramica degli argomenti utilizzati dallo Stato Islamico, al-Qa’ida e Hayat Tahrir al-Sham nei loro canali mediatici e di propaganda in cui il conflitto ucraino viene presentato come una opportunità per favorire la distruzione della Russia e dell’Europa stesse e un teatro bellico dove i combattenti del gruppo possono reperire armi e ottenere esperienza militare. Inoltre, Garofalo illustra quali gruppi che hanno una propaganda anti-russa potrebbero sfruttare il conflitto ucraino per aumentare la loro attività terroristica in Medio Oriente e Nord Africa oppure aprire nuovi fronti in Russia e nel contesto europeo.
È possibile acquistare il libro in formato Kindle (9,99 €) e cartaceo (20,80 €) al link https://www.amazon.it/Conflitto-Ucraina-geopolitico-propaganda-jihadista-ebook/dp/B09Z9HJ3HH/ref=tmm_kin_swatch_0?_encoding=UTF8&qid=1651473326&sr=8-1 .
SpecialEurasia: www.specialeurasia.com - info@specialeurasia.com



Fonte: SpecialEurasia
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie