16 Ottobre 2021
[]
News
percorso: Home > News > Persone

Papa Francesco a Commissione Giudicatrice Premio Zayed per Fratellanza Umana 2022

07-10-2021 10:52 - Persone
GD - Città del Vaticano, 7 ott. 21 - Papa Francesco ha incontrato in Vaticano la giuria giudicatrice del Premio Zayed per la Fratellanza Umana, giunto alla sua terza edizione, sottolineando quanto sia importante il loro lavoro per il mondo.
Il Papa ha definito come storico il suo incontro con il Grande Imam di Al-Azhar, prof. Ahmed Al Tayyeb ad Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti nel 2019, il “primo passo” lungo il cammino della fraternità umana. Papa Francesco ha detto alla giuria che «dobbiamo mantenere e sostenere» questo incontro, così come il messaggio incarnato nel Documento sulla Fratellanza umana.
Da loro canto, i membri della commissione giudicatrice della ZAHF Zayed Award for Human Fraternity hanno espresso al Papa il profondo apprezzamento per il sostegno dato alla giuria e alla sua nobile missione, assicurando che il processo di valutazione si basa proprio sui valori del Documento sulla Fratellanza Umana, firmato da Papa Francesco e dal Grande Imam di Al-Azhar nel 2019 ad Abu Dhabi, sotto il patrocinio dello sceicco Mohammed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi e patrono della fratellanza umana.
La giuria indipendente comprende Mahamadou Issoufou, ex presidente del Niger e vincitore del Premio Ibrahim 2020 per l’eccellenza nella leadership in Africa; José Ramos-Horta, Premio Nobel per la Pace 1996 e ex presidente di Timor Est; Phumzile Mlambo-Ngcuka, ex vicepresidente del Sudafrica ed ex sottosegretario generale dell’ONU; il cardinale Michael Czerny, sottosegretario alla sezione Migranti e ai Rifugiati della Santa Sede; Leah Pisar, presidente del Progetto Aladdin; il Giudice Mohamed Abdelsalam, segretario generale del Comitato Superiore per la Fratellanza Umana (HCHF).
Commentando l'incontro, il giudice Abdelsalam, ex consigliere del Grande Imam di Al-Azhar e primo arabo musulmano a ricevere il premio Commenda con Placca dell'Ordine Piano da Sua Santità, ha dichiarato: «È un onore per la Commissione incontrare Sua Santità Papa Francesco, il cui percorso congiunto di fratellanza umana a fianco del Grande Imam di Al Azhar serve da ispirazione per il comitato e per il mondo, il quale soffre per le crisi umanitarie e sanitarie, nonché per le piaghe dell'egoismo, della disuguaglianza e dell'ingiustizia».
A seguito dell’incontro con Papa Francesco, la giuria ha tenuto la prima riunione in presenza a Roma, per approfondire i meccanismi di valutazione atti ad individuare il/i vincitore/i dell'edizione del 2022.
Il Premio Zayed per la Fratellanza umana mira a promuovere i valori della fraternità umana – che Papa Francesco ha definito «la sfida del nostro secolo» – premiando individui ed entità che abbiano contribuito significativamente alla promozione dei valori della fraternità umana e della pacifica convivenza.
Il premio, assegnato dal Comitato Superiore della Fratellanza Umana, è stato istituito nel febbraio 2019 in occasione dello storico incontro tra Papa Francesco e il Grande Imam di Al-Azhar, dove le due grandi figure hanno firmato il Documento sulla Fratellanza Umana e primi destinatari onorari del Premio Zayed per la Fratellanza Umana.
L'incontro tra Papa Francesco e la Commissione giudicatrice è stato organizzato dall'HCHF (Higher Committee of Human Fraternity), che assegna annualmente il Premio Zayed per la fratellanza umana. L'HCHF è un comitato internazionale indipendente istituito per promuovere i valori della fraternità umana in tutto il mondo e per realizzare le aspirazioni del Documento sulla Fratellanza umana.
Il processo di raccolta delle candidature per il premio 2022 si chiuderà il 1° dicembre prossimo. I premiati saranno annunciati il 4 febbraio 2022. Le candidature possono essere effettuate da designatori qualificati attraverso il sito web ufficiale dello Zayed Award of Human Fraternity, https://zayedaward.org/.

Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
Utilizziamo i cookies
www.giornalediplomatico.it utilizza cookie propri al fine di migliorare il funzionamento e monitorare le prestazioni del sito web e/o cookie derivati da strumenti esterni che consentono di inviare messaggi pubblicitari in linea con le tue preferenze, come dettagliato nella Cookie Policy. Per continuare è necessario autorizzare i nostri cookie. Cliccando sul pulsante ACCONSENTO, acconsenti all'uso dei cookie. Ignorando questo banner e navigando il sito acconsenti all'uso dei cookie. Se non desideri autorizzare l'utilizzo di tutti o una parte dei cookie, oppure se desideri approfondire l'argomento, consulta la
Cookie Policy - Privacy Policy
Accetta i cookies necessari