06 Dicembre 2022
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Kirghizistan: "Country Presentation" organizzata da ambasciate e ICE Agenzia

13-04-2022 17:52 - Ambasciate
Amb. Taalay Bazarbaev e il sottosegretario Manlio Di Stefano Amb. Taalay Bazarbaev e il sottosegretario Manlio Di Stefano
Amb. Marco Alberti Amb. Marco Alberti
Viceministro degli Esteri del Kirghizistan, Aibek Artykbaev Viceministro degli Esteri del Kirghizistan, Aibek Artykbaev
GD - Roma, 13 apr. 22 - Il Kirghizistan si è messo in vetrina in Italia, esponendo soprattutto per le potenzialità della sua collaborazione bilaterale con l'Italia in occasione di una "Country Presentation Kirghizistan", i n formato digitale, organizzata dalla due ambasciate, ossia quella kirghisa a Roma e quella italiana nel paese Centroasiatico, in collaborazione con l'ICE Agenzia.
All'evento hanno partecipato il sottosegretario agli Esteri, Manlio Di Stefano; il viceministro degli Esteri del Kirghizistan, Aibek Artykbaev; gli ambasciatori del Kirghizistan, Taalay Bazarbaev, e dell'Italia in Kirghizistan, Marco Alberti; il direttore generale dell’ICE Agenzia, Roberto Longo.
In totale sono state circa 120 le persone collegate alla conferenza online che hanno attivamente posto domande ed a cui i rappresentanti degli organi statali del Kirghizistan hanno fornito risposte dettagliate.
L'incontro “Country Presentation Kirghizistan” ha avuto come obiettivo quello di presentare a 120 aziende italiane il potenziale d’investimenti e d’esportazione del Kirghizistan, ed è stato realizzato nell’ambito della promozione di diplomazia economica: per la prima volta nella storia delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi, la presentazione del Kirghizistan è diventata un passo importante per stabilire una cooperazione orizzontale e di lungo termine tra gli imprenditori di Italia e Kirghizistan.
I rappresentanti della parte kirghisa hanno condiviso le informazioni sulle opportunità esistenti e sui progetti d’investimenti potenziali mettendo alla luce i settori di focus del Paese: il settore tessile sartoriale; l'agricoltura; l'energia idroelettrica; il turismo.
Considerando la posizione geografica di Kirghizistan e Italia, dove il business piccolo e medio sono maggiormente sviluppati, alla parte italiana è stato offerto di aprire nel territorio kirghiso le aziende joint venture del brand Made in Italy con la possibilità di affermazione sui mercati dell'Asia Centrale e del Vicino Oriente.
Il Ministero degli Affari Esteri d’Italia e Agenzia ICE essendo gli istituti fondamentali per il sostegno allo sviluppo del business italiano all’estero, hanno sottolineato l'alta attrattività degli investimenti del Kirghizistan, esprimendo la disponibilità a sostenere i rappresentanti degli imprenditori italiani nell'ampliare la cooperazione commerciale ed economica con Kirghizistan.
Inoltre, la parte kirghisa è stata invitata a partecipare alle fiere in programma in Italia, inclusa la fiera EIMA International, che avrà luogo a Bologna dal 9 al 13 novembre prossimi.
In conclusione dell’evento, gli organi kirghisi competenti, come il ministero dell’Economia e Commercio, il ministero dell'Energia, il ministero dell'Agricoltura e Agenzia nazionale per gli investimenti, hanno dato le risposte alle aziende italiane sulla realizzazione dei progetti in Kirghizistan, fornendo i contatti utili per i partecipanti.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie