18 Luglio 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Israele: amb. Bar critica parole rapper Ghali a Sanremo, la replica

11-02-2024 11:41 - Ambasciate
Amb. Alon Bar Amb. Alon Bar
GD - Roma, 11 feb. 24 - L'ambasciatore di Israele in Italia, Alon Bar, ha criticato le parole pronunciate al Festival di Sanremo dal rapper tunisino Ghali Amdouni, che ieri dal palco ha urlato "stop al genocidio".
“Ritengo vergognoso che il palco del Festival di Sanremo sia stato sfruttato per diffondere odio e provocazioni in modo superficiale e irresponsabile” ha detto il diplomatico di Tel Aviv.
Ed ha poi ricordato che “Nella strage del 7 ottobre, tra le 1200 vittime, c'erano oltre 360 giovani trucidati e violentati nel corso del Nova Music Festival. Altri 40 di loro, sono stati rapiti e si trovano ancora nelle mani dei terroristi insieme ad altre decine di ostaggi israeliani”.
Per l'amb. Alon Bar “il Festival di Sanremo avrebbe potuto esprimere loro solidarietà. È un peccato che questo non sia accaduto”.
Al diplomatico ha replicato il cantante: “L'ambasciatore di Israele mi critica? Il fatto che lui parli così non va bene. Non posso dire stop al genocidio? È politica del terrore, non si può avere paura di parlare".
Dal palco del teatro Ariston, Ghali ha poi aggiunto: “Non so cosa rispondere, mi dispiace tanto che abbia replicato in questo modo. Ci sarebbero state tante cose da dire. Per cosa dovrei usare questo palco? Io sono un musicista e ho sempre parlato di questo fin da quando sono bambino. Da quando ho scritto le mie prime canzoni, a 13-14 anni, parlo di quello che sta succedendo. Non è dal 7 ottobre, questa cosa va avanti da un po'. Il fatto che lui parli così non va bene. Continua questa politica del terrore, la gente ha sempre più paura di dire 'stop alla guerra' e 'stop al genocidio'. Le persone sentono che perdono qualcosa se dicono 'viva la pace', non deve succedere questo”.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie