18 Agosto 2022
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Opinioni

ISMAA: tavola rotonda su ruolo Mediterraneo allargato

20-07-2022 15:01 - Opinioni
GD - Roma, 20 lug. 22 - “Italia al Centro del Mediterraneo: Quale politica estera di fronte ai fattori di crescita e di sviluppo e alle aree di crisi” è stato il titolo della tavola rotonda che l’ISMAA Istituto Mediterraneo per l’Asia e l’Africa ha svolto al Circolo del Ministero degli Esteri. L’on. Piero Fassino, presidente della Commissione Esteri della Camera dei Deputati, ospite speciale dell’evento, ha aperto e concluso i lavori della tavola rotonda il cui svolgimento è stato coordinato da ISMAA. L’intento è stato quello di riportare l’attenzione anche sul Mediterraneo allargato e sulle numerose crisi e sfide che vi incombono mentre l’attenzione è comprensibilmente mobilitata dal conflitto in Ucraina e dalle tensioni che si profilano con la Cina.
Oltre che dall’apertura di ampio respiro del presidente Fassino, centrata sulle gravi e molte emergenze che attraversano il Mediterraneo allargato e sulla crucialità del ruolo dell’UE, la discussione si è avvalsa degli interventi dell’ex viceministro degli Esteri, on. Ugo Intini, e dell’ex sottosegretario agli Esteri sen. Alfredo Mantica.
Il capo dell’Unità PESC-PESD del ministero degli Affari Esteri, cons. Stefano Catani, ha offerto un’articolata presentazione degli strumenti dell’UE dedicati al Mediterraneo allargato.
L’ex direttore del DIS, gen. Giuseppe Cucchi, ha invece illustrato le novità del Nuovo Concetto Strategico NATO che non attribuirebbe la giusta rilevanza al Mediterraneo.
Il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, ha presentato dati preoccupanti sulla crisi alimentare globale, evidenziando come il 10% della popolazione mondiale soffra di un disagio alimentare rilevante, di come le derrate alimentari stiano diventando un fattore di inflazione primaria nell’economia, auspicando, infine, una Food and Nutrition Policy a livello globale.
Da parte sua Emanuelle Calviello, in rappresentanza dell’ENI, ha descritto gli sforzi globali che la compagnia energetica nazionale sta effettuando per ampliare la diversificazione energetica dell’Italia, frutto di un’eccellente sinergia con il Governo come confermata anche dalla concomitante visita del presidente Mario Draghi in Algeria, che potrebbe offrire all’Italia l’importante chance di diventare l’Hub Europeo del gas con benefici economici non indifferenti.
Il capo economista della SACE, Alessandro Terzulli, e il responsabile Affari Internazionali della CNA, Antonio Franceschini, hanno fornito, rispettivamente, un’interessante panoramica delle situazioni di maggiore o minore rischio del nostro export verso i Paesi del bacino mediterraneo e dell’impatto drammatico che la crisi sta avendo sulle PMI italiane per il forte aumento dei costi dell’energia, delle materie prime e dei trasporti con le “supply chain” stravolte dall’effetto Covid prima e dalla guerra in Ucraina dopo.
Il prof. Gregory Alegi della LUISS ha, infine, offerto un’interessante prospettiva storica sulla visione statunitense del Mediterraneo.
Nelle sue conclusioni, il presidente Fassino ha ringraziato ISMAA per l’iniziativa ed ha reiterato la centralità dell’Europa su questi temi, nonché la necessità che l’Unione Europea assuma Mediterraneo e Africa come priorità strategiche. Ciò richiede, secondo Fassino, che la UE si doti di una politica estera e di sicurezza più assertiva e efficace, con riforme istituzionali e l’adozione del voto a maggioranza. L’on. Fassino ha anche evidenziato come l’insieme delle tematiche suscitate dal conflitto russo-ucraino – inflazione, crisi alimentare ed energetica, tutela dei diritti umani e sfide alla democrazia – richiedono la costruzione di una nuova architettura internazionale che dovrebbe scaturire da una più strutturata dialettica tra le grandi democrazie industriali e il resto del mondo, evitando il rischio di una nuova e più grave divisione in blocchi fortemente contrapposti.

Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie