06 Febbraio 2023
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Politica

Incontro al vertice tra Giappone e Italia e colazione di lavoro

11-01-2023 10:30 - Politica
GD - Roma, 11 gen. 23 - Il Primo Ministro del Giappone Kishida Fumio, in visita in Italia, ha avuto per circa due ore e venti minuti un incontro al vertice, seguito da una colazione di lavoro, con il presidente del Consiglio dei Ministri, Giorgia Meloni.
Questa la sintesi dell’evento fornita dall'ambasciata del Giappone in Italia.
1. Relazioni bilaterali - Il Primo Ministro Kishida ha accolto con favore l’accordo tra Giappone, Italia e Regno Unito per lo sviluppo congiunto del caccia di nuova generazione, annunciato al termine dell’anno appena trascorso, e ha dichiarato che i due Paesi, in quanto membri del G7 che condividono valori fondamentali, hanno la responsabilità di guidare la comunità internazionale. Entrambi i leader hanno concordato di elevare le relazioni tra i due Paesi a rango di partenariato strategico.
Il Primo Ministro Kishida ha illustrato la nuova strategia di sicurezza nazionale del Giappone, formulata il mese scorso, e ha dichiarato di voler rafforzare ulteriormente la cooperazione fra Giappone e Italia, Paesi affini, ottenendo comprensione e positiva accoglienza dalla Premier Meloni. I due leader hanno concordato di avviare colloqui tra le autorità competenti in materia di esteri e di difesa, nonché di promuovere ulteriormente la collaborazione nel campo della sicurezza.
Entrambi i premier si sono rallegrati dei progressi compiuti nella cooperazione in settori quali l'idrogeno, le ferrovie, le materie prime e lo spazio. Il Primo Ministro Kishida ha rinnovato all'Italia l’appello alla collaborazione per la totale rimozione delle misure di controllo dell’UE sulle importazioni di prodotti alimentari giapponesi.
I leader hanno inoltre accolto con favore la convergenza di massima raggiunta nei negoziati per l’accordo di coproduzione cinematografica tra i due Paesi, e hanno concordato di accelerare i lavori per arrivare a un’intesa definitiva.
2. Vertice G7 di Hiroshima - Il Primo Ministro Kishida ha spiegato che il summit di Hiroshima dimostrerà la salda determinazione del G7 a respingere con fermezza i tentativi di cambiare unilateralmente lo status quo con la forza, la minaccia di armi nucleari o il loro utilizzo, nonché a sostenere un ordine internazionale libero e aperto basato sullo stato di diritto. Ha poi continuato indicando che il G7 risponderà attivamente alle varie sfide della comunità globale, tra cui la sicurezza energetica e alimentare, e che - dal momento che il vertice si terrà in Asia - l’Indo-Pacifico sarà un approfondito tema di dibattito. La Premier Meloni ha assicurato la massima collaborazione ed entrambi i leader hanno confermato che Giappone e Italia, i Paesi che detengono la presidenza del G7 quest’anno e il prossimo, lavoreranno a stretto contatto per il successo del summit di Hiroshima.
3. Cooperazione negli affari regionali e nella scena internazionale - I due leader hanno convenuto sulla necessità che il G7 sia unito in risposta all'invasione russa dell’Ucraina, mantenendo severe sanzioni contro la Russia e sostenendo risolutamente l'Ucraina. Il Primo Ministro Kishida ha poi dichiarato che il Giappone, in quanto unico Paese che ha subito bombardamenti atomici, ritiene assolutamente inaccettabile la minaccia di armi nucleari da parte della Russia, e a maggior ragione è da evitare l’utilizzo delle stesse. Ha inoltre dichiarato che, nell'ambito dell'assistenza immediata all'Ucraina, il Giappone ha avviato la fornitura graduale di circa 300 generatori e circa 80.000 lanterne solari, e sta valutando la possibilità di fornire ulteriori generatori.
Entrambi i leader hanno manifestato la loro opposizione ai tentativi di modificare unilateralmente, in un contesto di potere, lo status quo nel Mar Cinese Orientale e nel Mar Cinese Meridionale. Hanno inoltre sottolineato l'importanza della pace e della stabilità nello Stretto di Taiwan. Hanno infine discusso anche della Corea del Nord, condividendo grave preoccupazione per la questione dei test nucleari e missilistici, e riaffermando il loro impegno a collaborare strettamente per affrontare i problemi posti dalla Corea del Nord, compresa la questione dei rapimenti di cittadini giapponesi.
In conferenza stampa, la premier Giorgia Meloni ha ribadito come il Governo italiano sia intenzionato "a lavorare con la presidenza giapponese" del G7 su molti dossier sul tavolo, "a partire dalla tutela dell'ordine internazionale, dal rafforzamento della sicurezza economica alla lotta ai cambiamenti climatici", si tratta di "sfide molto importanti".
"Le questioni da discutere sono tantissime, ma le posizioni sono molto allineate" ma i rapporti tra Italia e Giappone fanno un'ulteriore "passo avanti", spiega ancora la leader di Fratelli d'Italia. Italia e Giappone assicurano "tutto il sostegno all'Ucraina contro l'aggressione russa". Anche dal punto di vista culturale, infine, si registrano novità con il Governo italiano che fa sapere come sia "prossima" la conclusione "di un accordo di coproduzione cinematografica".
"Abbiamo avuto un lungo colloquio partendo dagli eccellenti rapporti bilaterali che intercorrono tra Italia e Giappone che hanno un interscambio 12 miliardi di euro l'anno. Ricordo l'avvio il 9 dicembre insieme con il Regno Unito di un programma teso a sviluppare un veicolo di sesta generazione sui settori civili e di ambito di ricerca scientifica e concordato di elevare le nostre relazioni al rango di partenariato strategico, un passo significativo ed un rafforzamento dei nostri contatti con l'apertura di nuove opportunità", ha detto Meloni al termine dell'incontro con primo ministro del Giappone Kishida.
"Oltre a garantire tutto il sostegno all'Ucraina, vogliamo lavorare con la presidenza giapponese su alcune priorità proposte dal Giappone, come la tutela dell'ordine internazionale basato sulle regole, il rafforzamento della sicurezza economica, delle catene di approvvigionamento, la lotta ai cambiamenti climatici. Sono tutte sfide sulle quali c'è molto lavoro da fare, approfondiremo queste materie, le questioni legate alla politica internazionale, partendo dalle conseguenze della guerra in Ucraina".
"Ringrazio la premier Meloni per l'accoglienza calorosa", ha detto il primo ministro del Giappone Fumio Kishida nel corso di alcune dichiarazioni alla stampa. "Il Giappone e l'Italia condividono i valori fondamentali. Ora i nostri paesi sono partener strategici ed io desidero rafforzare ancora di più i nostri rapporti. I paesi del G7 condannano la minaccia atomica e difendono lo stato di diritto, in più siamo coesi contro l'invasione russa a sostegno dell'Ucraina. Con Meloni abbiamo discusso delle nostre relazioni bilaterali, io ho parlato della nuova strategia di sicurezza del Giappone. Mi aspetto che la collaborazione avviata a dicembre anche con il Regno Unito stimoli ancora di più la collaborazione sul tema della sicurezza sia per l'Ucraina che nell'Indo-Pacifico. Accolgo con gioia la collaborazione su diversi settori anche nel commercio e nello sviluppo".


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie