18 Luglio 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

IIC Vienna: 1ª mondiale progetto musicale “EKO” di Martux_m e Lello Petrarca

19-06-2023 10:04 - Ambasciate
Amb. Stefano Baldi (al centro) con Martux_m e Lello Petrarca Amb. Stefano Baldi (al centro) con Martux_m e Lello Petrarca
GD – Vienna, 19 giu. 23 - Un pubblico numeroso ed attento ha assistito all'Istituto Italiano di Cultura di Vienna alla prima esecuzione mondiale del progetto musicale “EKO” dei musicisti italiani Martux_m e Lello Petrarca.
Il concerto, organizzato dalla Rappresentanza Permanente d'Italia presso l'OSCE, retta dall'amb. Stefano Baldi, ha visto l'originale interazione musicale fra il pianoforte di Lello Petrarca e l'elettronica di Martux_m, due fra gli artisti più originali del panorama musicale italiano.
Martux_m è uno dei musicisti più rappresentativi della scena elettronica internazionale, fra i pionieri di questo genere in Italia con numerose collaborazioni prestigiose. Lello Petrarca è un affermato compositore e polistrumentista la cui musica spazia dalla musica classica al jazz.
Con EKO i due musicisti partenopei hanno dato vita ad un concerto fatto di atmosfere molto raffinate e caratterizzate da sonorità difficilmente collocabili in uno specifico genere musicale. Il dialogo continuo fra il pianoforte e l'elettronica, attraverso melodie e ritmi che si rincorrono e si ripetono con continue variazioni, hanno incantato il pubblico trasportandolo in atmosfere rarefatte. Il dialogo si è quindi esteso alla platea, coinvolgendo il pubblico in intense sensazioni ispirate dai loro suoni e temi musicali proposti dai due musicisti.
Non è un caso che tutti i brani eseguiti siano stati intitolati con i nomi di emozioni umane, come «Trust» (fiducia), «Inspiration» (ispirazione), «Regret» (rimpianto), «Wonder» (meraviglia), «Surprise» (sorpresa) e tante altre. È una musica destinata a non lasciare indifferenti quella del duo Martux_M-Petrarca.
Al termine del concerto, con evidente soddisfazione, l'amb. Stefano Baldi, che ha organizzato l'evento, ha così spiegato l'origine del progetto: «L'Italia è famosa del mondo anche per la sua musica ed i suoi musicisti. Ho voluto presentare qualcosa di originale per dimostrare come, anche in campo musicale, la creatività e la bellezza non appartengono solo al passato, ma sono ben presenti nel presente e continuano a rendere il nostro Paese un punto di riferimento per la cultura internazionale. Il successo e l'interesse riscosso da una proposta al di fuori degli schemi convenzionali come quella del progetto EKO, conferma la vitalità della nostra musica contemporanea e l'esigenza di farla conoscere ed apprezzare anche all'estero».

Arturo Varè

Fonte: Arturo Varè
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie