18 Maggio 2022
[]
News

IIC Sidney: "My People La mia gente" di Oodgeroo Noonuccal

12-05-2022 17:19 - Arte, cultura, turismo
GD - Sidney, 12 mag. 22 - Le celebrazioni per il centenario della nascita della grande autrice australiana Oodgeroo della tribù Noonuccal (1920-1993) proseguono e l’Istituto Italiano di Cultura di Sidney, in collaborazione con Mimesis Edizioni, presenta il volume "My People La mia gente", a cura di Margherita Zanoletti, la prima edizione critica della più ampia e diffusa antologia poetica di Oodgeroo. La presentazione, in formato ibrido (collegamento video e pubblico in sala) si terrà nella sede dell’Istituto in York Street il 26 maggio con inizio alle ore 18.00, in concomitanza con il Reconciliation Day (27 maggio).
In "My People" (1970), oggi considerata un “classico” della letteratura postcoloniale, la poesia di Oodgeroo recupera e riscrive le tradizioni orali e culturali delle popolazioni First Nations, rivendicando nel contempo i diritti negati dalle politiche governative. Oodgeroo è la prima poetessa aborigena della storia. Il suo iter letterario ha inizio a metà degli anni Sessanta con la raccolta d’esordio "We Are Going", pubblicata col nome anglosassone Kath Walker e poi confluita in "My People", qui tradotta in italiano per la prima volta.
Il volume della Mimesis include, oltre a testo originale e traduzione a fronte, un’approfondita introduzione, un glossario dei termini afferenti alle culture indigene d’Australia e un testo della scrittrice Waanyi Alexis Wright. In copertina compare un’opera dedicata a Oodgeroo, realizzata nel 2020 dall’artista Wathaurong Carol McGregor.
La presentazione del libro all’Istituto Italiano di Cultura vedrà la partecipazione di Marika Duczynski (Curator, Indigenous Heritage at the Chau Chak Wing Museum, University of Sydney) e di Monica Galassi (Ricercatrice presso l'Istituto Jumbunna per l'istruzione e la ricerca indigene, UTS Sydney), con l’intervento a distanza di Susan Petrilli (Professore ordinario di Filosofia e Teoria dei Linguaggi presso l'Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari e Visiting Research Fellow, University of Adelaide) e di Margherita Zanoletti. Seguirà un dibattito con il pubblico moderato da Alice Loda (Lecturer in International Studies and Languages presso University of Technology Sydney) e Valentina Gosetti (Associate Professor presso University of New England).
Margherita Zanoletti è laureata in Lingue e letterature straniere all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e PhD in Translation Studies, The University of Sydney, occupandosi soprattutto del rapporto tra parola e all'immagine e di studi interculturali. Per prima ha tradotto in italiano gli scritti del pittore australiano Brett Whiteley, poesie di diversi autori aborigeni e vari testi di Oodgeroo, collaborando con editori italiani e internazionali. Tra i volumi pubblicati: Oodgeroo Noonuccal, My People. La mia gente (a cura di, Milano 2021); Bruno Munari: The Lightness of Art (a cura di, con Pierpaolo Antonello e Matilde Nardelli, Oxford 2017); Oodgeroo Noonuccal: con 'We are Going' (con Francesca Di Blasio, Trento 2013).
Oodgeroo Noonuccal (1920–1993) è nata Kathleen Jean Mary Ruska nel 1920, discendente del popolo Noonuccal di Minjerribah (Isola di North Stradbroke).
È stata un'autrice e attivista politica, più comunemente ricordata come la prima poetessa aborigena a pubblicare una raccolta di versi. La sua scrittura, ispirata dalle tradizioni orali dei suoi antenati e guidata dal suo desiderio di catturare quell'inflessione aborigena unica usando la lingua inglese, ha cercato di condividere l'amata cultura dell'autrice con un vasto pubblico.
Durante la sua vita è stata, e continua ad essere, riconosciuta come una delle principali figure letterarie australiane, che ha usato la sua penna per dare voce alla lotta indigena per i diritti e la giustizia. Nel 1962, è stata determinante nella difesa dei diritti di cittadinanza per gli indigeni come Segretario del Consiglio federale per l'avanzamento degli aborigeni e degli isolani dello Stretto di Torres, e che ha portato al referendum del 1967.
In riconoscimento del suo impegno nei confronti dei popoli indigeni e dei suoi eccezionali contributi alla letteratura australiana, Oodgeroo Noonuccal ha ricevuto tre lauree honoris causa dalle università australiane.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie