05 Ottobre 2022
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News

IIC Bratislava: la magia dei suoni di Mattia Vlad Morleo in concerto

22-09-2022 14:42 - Arte, cultura, turismo
GD – Bratislava, 22 set. 22 - Il pianista e compositore Mattia Vlad Morleo, protagonista della scena modern classical internazionale, martedì 27 settembre sarà a Bratislava, per un concerto organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura. Le sue note hanno legami con artisti come Ludovico Einaudi, Max Richter, Philip Glass e Nils Frahm, da cui si distingue però grazie ad uno stile molto personale. La sua musica melodica, dove le emozioni si incontrano con l’armonia dei suoni del pianoforte e dell’elettronica, può già vantare oltre 5 milioni di ascolti su Spotify e più di 10 milioni di ascolti su tutte le piattaforme musicali.
D.: Ha cominciato a vivere la musica già da molto giovane. Quanto l’hanno segnato nel suo percorso la famiglia e la sua terra?
- Morleo : «La musica è stata con me ancor prima della mia venuta al mondo in quanto mio padre Luigi è un musicista e mia madre Teresa da grande appassionata di musica lo ha sempre accompagnato quando era incinta. Ho radici salentine e la forte presenza musicale folkloristica del territorio mi ha chiaramente influenzato, in particolare ciò è riscontrabile nel mio ultimo album dove alcune caratteristiche ritmiche del sud pugliese si riconoscono».
D.: Nel 2019 è stato al Festival del Cinema di Roma per la premiazione del film “Santa Subito” di Alessandro Piva, per il quale ha scritto la colonna sonora. Cosa ricorda di quella esperienza?
- Morleo: «Ricordo che è stato un susseguirsi di scene e situazioni che ho sempre solo immaginato e sognato e che finalmente si rendevano tangibili. Sono stato al festival solo la serata di presentazione del film, tra l'altro era la serata conclusiva del festival. Ma ho subito incontrato questo dinamismo folle, tra incontri speciali e la meravigliosa risposta del pubblico dopo la proiezione: il film ha avuto una standing ovation di 12 minuti. Questi fotogrammi li terrò con me per sempre, sono stati in fondo la mia prima esperienza nel cinema. Il giorno dopo ero di ritorno a Bari ed è avvenuta la magia, "Santa Subito" vincitrice del Premio del Pubblico del Festival del Cinema di Roma! Lasciare a poche parole la facoltà di descrivere la mia felicità non renderebbe la gioia che mi ha avvolto nell'istante della scoperta».
D.: Quali sono i generi musicali che ama ascoltare e chi in particolare?
- Morleo: «Non amo definire con mezze parole le diverse influenze musicali, farò un'eccezione: ambient-classical e rock sono i 2 generi musicali senza i quali non sarei chi sono oggi. Gli artisti che evidenzio sono Thom Yorke & Radiohead, Nico Muhly, David Sylvian, Slowdive, Brian Eno, Nils Frahm».
D.: Tantissime persone, in varie parti del mondo, sentono i suoi brani attraverso piattaforme come Spotify. Riceve messaggi dai suoi ascoltatori? Avere un pubblico internazionale che la segue fedelmente quanto influenza la sua musica?
- Morleo: «Sì, ricevo messaggi dai miei ascoltatori, solitamente quando avviso di nuovi rilasci o concerti. Mi è capitato anche di dar consigli sulla base delle mie esperienze, con ogni probabilità questa è la cosa più bella di essere presente sui social, condividere, raccontare, sapere che quel che fai nel tuo studio poi viene captato al di fuori e genera una risposta di scambio fra le persone.
Influenza la mia musica nella misura in cui vorrei riuscire a lasciarmi influenzare da ogni Paese, popolo e costume differente così da raccontare la mia sensibilità attraverso culture lontane dalla mia, quindi una carica in più nella lunga e tortuosa via della sperimentazione».
D.: Dopo i concerti dell’estate quali sono i suoi progetti futuri?
- Morleo: «In programma ci sono due film di cui ho curato la colonna sonora: il primo del regista italiano Mario Tani vedrà luce molto presto e a breve uscirà il primo trailer, il secondo è ancora in produzione e non posso ancora parlarne. Poi ho concerti in autunno che si concluderanno con la data presso la prestigiosa Elbiphilharmonie di Amburgo».
D.: Essendo la prima volta che suona in Slovacchia cosa si aspetta dal concerto del 27 settembre a Bratislava?
- Morleo: «Le aspettative spesso limitano la bellezza che un evento di questo genere può dare, quello di cui sono sicuro è che sarà un momento di condivisione e dialogo musicale che per i 2 anni che abbiamo passato è una grande fortuna, io sono già entusiasta e spero che il pubblico ne rimarrà contento in egual modo; non vedo l’ora di suonare a Bratislava!».
Il concerto si terrà martedì 27 settembre, alle ore 19:00, al Kostol Klarisiek, Klariská ul., Bratislava, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie