18 Agosto 2022
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News

Georgia: completata 4a fase progetto archeologico di Samtskhe-Javakheti

01-08-2022 10:52 - Arte, cultura, turismo
Il grande complesso archeologico di Bertakana nella valle del Mtkvari/Kura Il grande complesso archeologico di Bertakana nella valle del Mtkvari/Kura
Il piccolo complesso megalitico nel villaggio di Buzaveti Il piccolo complesso megalitico nel villaggio di Buzaveti
Una fortificazione semi-sommersa nel lago Paravani Una fortificazione semi-sommersa nel lago Paravani
La grande fortezza di Avchala La grande fortezza di Avchala
GD - Tiblisi, 1 ago. 22 - Si è appena conclusa la quarta stagione del Samtskhe-Javakheti Project, progetto georgiano-italiano co-diretto dal prof. Vakhtang Licheli, della Tbilisi State University/Archaeological Association of Georgia, e dal dott. Roberto Dan, dell'Università della Tuscia di Viterbo e ISMEO.
Le attività di ricerca, finanziate dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e da ISMEO – Associazione Internazionale di Studi sul Mediterraneo e l'Oriente, condotte dall'11 al 31 di luglio, hanno visto la realizzazione di una ricognizione territoriale di natura estensiva concentrata nell'altopiano del Javakheti e nella valle del fiume Mtkvari/Kura. Nel corso delle attività sono stati documentati 76 siti archeologici in parte completamente inediti con datazioni comprese tra il Paleolitico e il Medioevo. Tra i siti investigati numerosi sono quelli protostorici attribuibili, su base delle evidenze ceramiche, alla Antica Età del Bronzo (cultura Kura-Arasse) e alle diverse fasi dell'Età del Ferro.
Il progetto ha molteplici obiettivi, tra i quali la realizzazione della prima carta archeologica della regione, lo studio dell'aumento della complessità sociale e dei processi di militarizzazione a partire dalle epoche protostoriche, la crono-tipologizzazione dei numerosi complessi megalitici, la definizione dell'impatto sul territorio, in termini di cultura materiale e architettura, dell'influenza di entità politiche complesse come i regni di Colchide e di Urartu e, successivamente, dell'Impero achemenide.
Tra i siti chiave per la comprensione delle complesse dinamiche regionali durante la protostoria, vi sono i siti di alta montagna di Abuli e Shaori, studiati dalla missione tra il 2017 e il 2019, che costituiscono ad oggi il massimo esempio di fortezze-rifugio identificate in Javakheti. Questi complessi, cosi come le centinaia di altri siti distribuiti sul territorio, garantivano la protezione delle popolazioni e delle greggi durante il frequente attraversamento del territorio da parte di genti provenienti da tutte le direttrici e, in particolare, dal Caucaso settentrionale.Per le prossime stagioni è prevista la prosecuzione delle attività di ricognizione territoriale, l'avvio di scavi archeologici sistematici e la pubblicazione di una monografia dedicata ai primi tre anni di attività di ricerca (2017-2019), attualmente in corso di preparazione.



Fonte: Ministero degli Esteri
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie