17 Giugno 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News

Galleria Nazionale Sarajevo: “La mossa del cavallo” del veneziano Luigi Ballarin

24-05-2023 14:05 - Arte, cultura, turismo
GD – Sarajevo, 24 mag. 23 - L'ambasciata d'Italia in Bosnia Erzegovina giovedì 1° giugno inaugurerà nella Galleria Nazionale della Bosnia Erzegovina, a Sarajevo, la prestigiosa mostra pittorica “La mossa del cavallo”, del maestro veneziano Luigi Ballarin. L'artista si ispira alle antiche e tradizionali forme decorative dei tempi egizi, in particolare a quello di Abu Simbel, per riproporre in chiave moderna memorie e ricordi, emozioni e racconti, simboli e spiritualità. In mostra circa trenta opere inedite, con il nobile equino assoluto protagonista, tra tele con acrilico e smalto e opere in ferro. Sarà visitabile, ad ingresso libero, sino al 18 giugno, da lunedì a sabato, dalle ore 10:00 alle 20:00.
In occasione del vernissage sarà presente con il maestro, già reduce dal successo dell'esposizione “Magnifiche architetture Magnificent Architectures” nella Medresa del Gazi Husrev-bey della Gazi Husrev Begova nel 2022, anche la curatrice Beste Gursu. Assieme all'ambasciatore italiano, Marco Di Ruzza, sarà così dato il via alle celebrazioni per la Festa della Repubblica Italiana, del 2 giugno, all'insegna dell'arte e delle relazioni culturali tra Italia e Bosnia Erzegovina.
La produzione artistica di Ballarin, tra contrasti cromatici, forme essenziali ed equilibrati movimenti, intrisa di “arti” e di storia, si fa ponte tra Oriente e Occidente, con rimandi stilistici ad altre culture, in primis quelle bizantina e turca. Il risultato diventa quindi “meta-arte”, un'arte che guarda all'arte, con quel cavallo che ne è al contempo sintesi e sorgente. Grazie alle tecniche miste e all'uso dell'acrilico e dello smalto, Ballarin rende insolite le sue decorazioni, imprecise da vicino ma perfette da lontano.
“Sono lieto di potere accostare il simbolo dell'ambasciata d'Italia in Bosnia Erzegovina a una preziosa esposizione di opere del maestro Luigi Ballarin, che con la sua storia personale e professionale è fulgido esempio di quel fitto mondo di scambi ideali e culturali che uniscono l'Italia all'Oriente”, ha spiegato l'amb. Marco Di Ruzza “La mostra, inaugurata significativamente nel contesto delle celebrazioni della Festa della Repubblica italiana, offrirà al pubblico bosniaco-erzegovese e a tutti coloro che avranno la fortuna di visitare la Galleria Nazionale di Sarajevo l'opportunità unica di immergersi nelle atmosfere mistiche ed eleganti dell'arte di Ballarin, che trova in questa terra entusiasta ricezione proprio per la capacità del maestro di interpretare con intelligente e creativa duttilità lo spirito dell'incontro e della contaminazione”.
Biografia dell'artista - Luigi Ballarin inizia la sua carriera artistica negli anni ‘90 a Venezia; nel 2000 si trasferisce a Roma e, dopo un invito per una mostra personale, si innamora di Istanbul. Attualmente vive e lavora nelle tre città, creando un'unione tra culture diverse con un linguaggio unico e originale. La sua arte è infatti unione tra Oriente e Occidente e sintetizza in immagini iconiche le suggestioni delle arti minori, che percorrevano i cammini degli scambi commerciali e dei viandanti, e fondevano le diverse tradizioni: le decorazioni delle maioliche, lo smalto delle oreficerie, i ricami dei tessuti preziosi.

Carlo Franza
Storico dell'Arte Moderna e Contemporanea

Fonte: Carlo Franza
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie