23 Aprile 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Farnesina

Farnesina: Tajani e Crosetto con gen. Aoun, capo Forze Armate Libano

01-03-2024 18:25 - Farnesina
Antonio Tajani Antonio Tajani
GD - Roma,1 mar. 24 - Il vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri, Antonio Tajani, ha incontrato alla Farnesina il Generale Joseph Aoun, comandante delle Forze Armate libanesi, per discutere della stabilità del quadro istituzionale ed economico libanese, delle questioni di sicurezza concernenti il confine meridionale e dei rapporti bilaterali italo-libanesi.
“L’Italia si impegna ad essere protagonista di pace in Libano e in Medio Oriente, favorendo il dialogo e trasmettendo messaggi di moderazione alle parti”, ha dichiarato Tajani. “Seguiamo con la massima attenzione gli sviluppi lungo la Linea Blu e lavoriamo insieme ai partner per favorire gli sforzi di mediazione e creare un negoziato più ampio. L’Italia rimane impegnata in ogni aspetto politico, diplomatico e militare delle consultazioni in corso per la gestione di questa fase delicata al confine fra Libano e Israele e per creare i presupposti per accordi per una maggiore stabilizzazione”.
Il vicepremier italiano ha ricordato la missione effettuata lo scorso 24 gennaio, durante la quale aveva avuto incontri ai massimi livelli in Libano, Israele e Territori Palestinesi, quale esempio del ruolo di sostegno alla stabilizzazione e al dialogo diplomatico che il Governo sta giocando nell’area.
Tajani ha anche aggiunto che “a fine gennaio ho voluto ringraziare di persona gli oltre mille militari italiani dispiegati in Libano, nelle missioni UNIFIL e MIBIL. Grazie a loro e grazie alla solida collaborazione con le Forze Armate libanesi, l’Italia continuerà a sostenere con determinazione la stabilità e la sicurezza del Libano e della regione”.
Anche il ministro della Difesa, Guido Crosetto, ha incontrato il Comandante delle Forze Armate libanesi. “Il ruolo del Libano è fondamentale per la stabilità del Medio Oriente e del Mediterraneo e le Forze Armate libanesi (LAF) sono essenziali per la sicurezza dell’area, soprattutto ora, alla luce delle tensioni tra Israele e Hezbollah, dopo l’attacco terroristico di Hamas allo Stato israeliano del 7 ottobre scorso”, ha detto Crosetto durante l’incontro, nel corso del quale sono stati sottolineati i forti legami di amicizia tra i due Paesi e confermato l'impegno italiano, testimoniato dalla missione bilaterale di addestramento MIBIL e dalla partecipazione con un contingente di oltre 1000 militari alla missione delle Nazioni Unite - UNIFIL.
“I Caschi Blu", ha proseguito il ministro, svolgono un ruolo fondamentale nel processo di pacificazione e nella protezione della popolazione. L’Italia, per questo, continuerà a offrire il proprio sostegno alla missione con l’obiettivo di evitare un deterioramento della situazione e limitare ogni possibile allargamento del conflitto.
“Tuttavia”, ha evidenziato il ministro, “in tempi difficili come questo, è necessario che le LAF divengano ancor più solide e garantiscano il controllo del territorio, proteggendo la popolazione libanese dalle derive del terrorismo ed evitando l'allargamento del conflitto, che avrebbe effetti disastrosi. L'iniziativa odierna dell'amm. Cavo Dragone, che ha coinvolto il gen. Aoun e i Capi di Stato Maggiore della Difesa dei Paesi maggiormente interessati, è servita proprio a creare una visione comune e mettere a punto iniziative coordinate a favore delle LAF".

Fonte: Ministero degli Esteri
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie