21 Settembre 2021
[]
News
percorso: Home > News > Economia

FAO lancia azione Mondiale “Un paese, un prodotto prioritario”

07-09-2021 17:45 - Economia
GD - Roma, 7 set. 21 - La FAO Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura ha lanciato oggi la sua Azione mondiale sullo sviluppo verde di prodotti agricoli speciali: "Un paese, un prodotto prioritario" (OCOP). Questa azione punta a sviluppare catene di valore verdi e sostenibili per prodotti agricoli speciali, aiutare i piccoli agricoltori e gli agricoltori familiari a cogliere a pieno i vantaggi del mercato mondiale e, in ultima analisi, contribuire alla trasformazione degli attuali sistemi agroalimentari e al conseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS).
I prodotti agricoli speciali (SAP) sono quelli con qualità uniche e caratteristiche speciali, associate alla localizzazione geografica e al patrimonio culturale. Prodotti che possono contribuire molto a garantire sicurezza alimentare e diete sane, sostenendo la crescita economica e i mezzi di sussistenza degli agricoltori e, al tempo stesso, tutelando l'ambiente e la biodiversità.
I SAP includono tutti i tipi di prodotti agricoli riconosciuti (o che possono essere riconosciuti) come prodotti agricoli simbolo nazionali o locali, ma che non hanno beneficiato di programmi di sviluppo agricolo e rurale come, invece, le più diffuse colture di base (per es. riso, frumento, mais, soia e patata). I SAP hanno anche un elevato potenziale di integrazione nel commercio e nei mercati locali, regionali e mondiali.
"Oggi, le riserve mondiali di cibo dipendono sempre più da poche colture e pochi prodotti. Quasi tutti i sistemi agroalimentari richiedono moltissimi mezzi tecnici e moltissime risorse, ma mancano di integrazione, ottimizzazione e innovazione", ha affermato QU Dongyu, direttore generale della FAO, durante l'evento di lancio.
Per l'Azione mondiale è fondamentale promuovere i SAP tramite innovazione e sviluppo verde, nonché favorire la crescita dei modelli di produzione dell'agricoltura familiare e dei piccoli agricoltori, che possono contribuire notevolmente al raggiungimento degli obiettivi dell'Agenda 2030 - in particolare gli OSS 1 (sconfiggere la povertà) e 2 (sconfiggere la fame).
"L'obiettivo di questa Azione mondiale è produrre risultati importanti a favore della competitività economica nazionale, dell'inclusione sociale e dello sviluppo sostenibile", ha precisato Qu.
L'iniziativa punta a: ottimizzare i sistemi di produzione; ridurre al minimo la perdita di produttività agricola e di biodiversità; ridurre al minimo sia perdita e spreco alimentare che uso improprio delle sostanze chimiche in agricoltura; massimizzare i profitti agricoli integrati. L'obiettivo di tutti questi elementi, messi insieme, è favorire il passaggio a sistemi agroalimentari più efficienti, inclusivi, resilienti e sostenibili.
"La trasformazione dei sistemi agroalimentari inizia con l'individuazione di un prodotto o di una coltura specifica", ha sottolineato il direttore generale della FAO. "Il prodotto in questione diventa un punto di partenza per nuove azioni concrete atte a conseguire risultati tangibili per una produzione migliore, una nutrizione migliore, un ambiente migliore e una vita migliore per tutti, senza lasciare indietro nessuno".
Durante l'evento, Levan Davitashvili, viceprimo ministro e ministro per la tutela ambientale e l'agricoltura della Georgia, ha dichiarato che i frutteti perenni promossi nel quadro del programma nazionale "Pianta il futuro" possono essere collegati all'iniziativa OCOP. Ha poi osservato come un tale esempio possa contribuire alla promozione di catene di valore verdi, comprendenti la produzione sostenibile e la pianificazione a lungo termine per lo stoccaggio e la lavorazione dei prodotti.
L'evento di lancio OCOP ha visto inoltre la partecipazione di: El-Tahir Ismail Mohamed Harbi, ministro federale delle attività Agricole e forestali del Sudan; Chalermchai Sri-orn, ministro dell'agricoltura e delle cooperative della Thailandia; Moisés Santiago Bertoni, ministro dell'agricoltura e del patrimonio zootecnico del Paraguay; Clémentine Ananga Messina, ministro delegato del Ministro dell'agricoltura e dello sviluppo rurale del Camerun; l'ambasciatore Alexandra Valkenburg, rappresentante permanente dell'Unione Europea alla FAO.
"Il successo dell'Azione mondiale dipenderà dal sostegno collettivo, dall'impegno attivo e dai solidi contributi di tutte le parti in causa, in ogni area geografica e in ogni settore", ha concluso Qu.


Fonte: FAO
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership

Realizzazione siti web www.sitoper.it