18 Agosto 2022
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Economia

FAO e LUISS assieme per promuovere sicurezza alimentare e nutrizionale

22-07-2022 14:58 - Economia
GD - Roma, 22 lug. 22 - La FAO Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura e la LUISS Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma hanno avviato una nuova partnership con la firma di memorandum d'intesa. L'obiettivo è promuovere la sicurezza alimentare e nutrizionale, la sostenibilità, l'inclusività e la resilienza dei sistemi agroalimentari in linea con il Quadro Strategico della FAO per un mondo migliore e per non lasciare indietro nessuno.
Il nuovo accordo fa seguito alla collaborazione già in atto tra FAO e LUISS per sostenere nuove professionalità nell'ambito della sicurezza alimentare. Dal 2018, infatti, la FAO collabora con il Master in Food Law (Llm) della LUISS School of Law con propri esperti, integrando i curricula Llm con corsi FAO elearning e combinando esperienze lavorative con nuove prospettive, idee innovative e ricerche più attuali anche attraverso l'implementazione di programmi di internship.
Con il memorandum d'intesa appena firmato dal vicedirettore generale della FAO, Maurizio Martina, e per la LUISS dalla vicepresidente Paola Severino, dal rettore Andrea Prencipe e dal direttore generale Giovanni Lo Storto, si amplia l'area di collaborazione con l'obiettivo di sviluppare le capacità dei futuri professionisti della sicurezza alimentare su una serie di temi.
In particolare sui Principi CFS (Committee on World Food Security) per gli investimenti responsabili nei sistemi agricoli e alimentari, lo sviluppo di una catena di valore sostenibile, la perdita di cibo, la prevenzione dei rifiuti e l'uguaglianza di genere.
FAO e LUISS collaboreranno inoltre a corsi executive per funzionari pubblici, con un focus particolare sull'Africa, per sostenere sistemi agroalimentari sostenibili in diversi contesti geopolitici e realizzeranno ricerche per valutare l'impatto dei social media di temi come emergenze, sostenibilità e commercio.
"Questa partnership strategica faciliterà soluzioni innovative congiunte per stabilire un accesso equo alle opportunità educative per la prossima generazione mondiale di professionisti della sicurezza alimentare", ha spiegato Maurizio Martina, "insieme, la FAO e la LUISS continueranno a unire e sfruttare le proprie rispettive competenze per generare impatti positivi per far progredire i sistemi agroalimentari e sostenere il lavoro della FAO per un mondo libero da fame, malnutrizione e povertà".
"È un grande privilegio quello di avere la possibilità di firmare un accordo di partnership così avanzato con la FAO", ha detto la vicepresidente Severino, ricordando che "la LUISS è un'università internazionale con sede a Roma; la FAO è un'istituzione globale con sede a Roma. Entrambi sviluppano progetti internazionali di alta qualità. Sono fiduciosa che la sinergia tra le nostre due realtà genererà un impatto significativo in molti paesi del mondo, con un focus particolare sull'Africa".
Da parte sua il rettore Prencipe ha rilevato che "il partenariato FAO-LUISS svilupperà una serie di progetti di formazione e ricerca sulle sfide più urgenti del nostro tempo: dalla fame alla sostenibilità. Attraverso corsi per dirigenti, analisi politiche e programmi sul modello FAO per i giovani, diffonderemo una nuova conoscenza e sosterremo una maggiore consapevolezza per un mondo sempre più conforme ai criteri Sdgs".
"Siamo molto orgogliosi di aver stabilito questa nuova partnership con la FAO che conferma la nostra solida collaborazione per formare nuove figure professionali sui grandi temi che coinvolgono il futuro del pianeta", ha commentato il direttore generale Lo Storto. "Negli ultimi anni la LUISS ha puntato molto sull'area del Mediterraneo e sui Paesi africani con progetti concreti volti a offrire nuove opportunità ai giovani. Questo memorandum è un'ulteriore conferma del nostro impegno".
L'accordo fa parte dell'impegno della FAO a lavorare a stretto contatto con le università, la società civile, le organizzazioni non governative, le cooperative e il settore privato per realizzare il suo mandato e gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie