13 Luglio 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Economia

FAO: almeno 10 mila mld $ costi nascosti sistemi agroalimentari mondiali

06-11-2023 11:07 - Economia
GD - Roma, 6 nov. 23 - I nostri attuali sistemi agroalimentari generano ingenti costi nascosti a carico della salute, dell'ambiente e della società, pari ad almeno 10.000 miliardi di dollari all'anno. A darne notizia è una pionieristica analisi che la FAO Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura ha condotto in 154 Paesi. Tali costi rappresentano quasi il 10% del PIL mondiale.
Stando all'edizione 2023 del rapporto "Lo Stato dell'Alimentazione e dell'Agricoltura (SOFA)", i principali costi nascosti (oltre il 70%) sono riconducibili a una cattiva alimentazione, prevalentemente a base di alimenti ultra-trasformati e ricchi di zuccheri e grassi, che provoca obesità e malattie non trasmissibili, a loro volta responsabili di perdite di produttività. Tali perdite sono particolarmente elevate nei paesi ad alto reddito e a reddito medio-alto.
Un quinto dei costi complessivi è legato all'ambiente, dalle emissioni di gas a effetto serra e azoto ai cambiamenti di destinazione d'uso dei terreni fino all'utilizzo delle risorse idriche. Si tratta di un problema che affligge tutti i paesi e la cui portata è probabilmente sottovalutata, a causa della limitatezza dei dati disponibili.
In proporzione, i paesi a basso reddito sono i più colpiti dai costi nascosti dei sistemi agroalimentari, che rappresentano più di un quarto del loro PIL, un dato che scende a meno del 12% nei Paesi a medio reddito e a meno dell'8% nei Paesi ad alto reddito. Nei Paesi a basso reddito, i costi nascosti associati a povertà e denutrizione sono i più significativi.
Il rapporto propone che i Governi e il settore privato svolgano un'analisi più regolare e dettagliata dei costi nascosti o "reali" dei sistemi agroalimentari, facendo affidamento su una contabilità analitica dei costi effettivi, seguita da azioni volte a mitigare tali danni.
In passato ci sono stati altri tentativi di misurare i costi nascosti dei sistemi agroalimentari, che hanno prodotto risultati analoghi a quelli ottenuti dalla FAO. Il nuovo rapporto della FAO, tuttavia, è il primo a disaggregare tali costi fino al livello nazionale e a garantire che siano comparabili tra le varie categorie di costo e tra i vari Paesi.
Per la prima volta in assoluto, la FAO dedicherà due edizioni consecutive de Lo stato dell'alimentazione e dell'agricoltura allo stesso tema. Il rapporto di quest'anno presenta le stime iniziali, mentre il documento del prossimo anno si concentrerà su valutazioni mirate e approfondite, volte a individuare le modalità migliori per attenuare tali costi. I governi hanno la libertà di manovra necessaria per correggere i sistemi agroalimentari e ottenere risultati complessivamente migliori. Tra le misure a loro disposizione, vi sono le imposte, i sussidi e gli strumenti normativi e regolamentari.
“Il futuro dei nostri sistemi agroalimentari e, di fatto, del nostro pianeta, dipende dalla nostra disponibilità a riconoscere questi costi reali e a capire in che modo tutti noi contribuiamo a generarli. Tutti noi abbiamo interesse ad agire per trovare una soluzione. Spero davvero che questo rapporto possa spronare tutte le parti interessate a intervenire – dai responsabili politici agli attori del settore privato, dalla comunità scientifica ai consumatori – e che ispiri un'azione collettiva verso una trasformazione dei nostri sistemi agroalimentari, a beneficio di tutti”, ha scritto Qu Dongyu, direttore generale della FAO nella premessa al rapporto.
Il rapporto esorta i governi ad affidarsi alla contabilità dei costi reali per trasformare i sistemi agroalimentari e, in tal modo, rispondere alle sfide dei cambiamenti climatici, della povertà, delle disuguaglianze e della fame. Rileva che sarà necessario promuovere l'innovazione nella ricerca e nei dati, nonché investire nella raccolta dei dati e nel rafforzamento delle capacità, per rendere possibile l'adozione della contabilità dei costi reali, che, a sua volta, potrà informare il processo decisionale in maniera trasparente e coerente.

Fonte: FAO
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie