28 Novembre 2021
[]
News
percorso: Home > News > Made in Italy

Export: Zurino (IEF) incontra a New York direttore Banco du Brasil

22-11-2021 16:54 - Made in Italy
GD - New York, 22 nov. 21 - Il presidente del Forum Italiano dell’Export IEF, Lorenzo Zurino, ha incontrato a New York Alessandro Gajano, direttore generale e tesoriere del Banco du Brasil. L’incontro, avvenuto negli uffici di quella che è stata la Banca Centrale del Brasile, ha avuto oggetto l’avvio di una collaborazione concreta e fattiva, individuando formule vincenti di collaborazione tra il Forum Italiano dell’Export e il Banco du Brasil.
“A settembre del 2020 si è registrata una contrazione del 18% delle esportazioni italiane verso il Brasile, rispetto ai primi nove mesi del 2019, passate da 2,95 a 2,42 milardi di euro. È necessario pertanto rafforzare i rapporti tra i due Paesi per incrementare e consolidare i numeri sull’Export, collaborando su temi concreti come lo sviluppo del nostro Made in Italy e la capacità di presidiare i mercati" ha detto Zurino.
Poi ha sottolineato che "così come in altri Paesi, il marchio Made in Italy è visto in Brasile come garanzia di qualità, sicurezza, ricchezza di sapori. Ci sono alcune barriere d’ingresso quali i dazi, i costi di promozione e la distribuzione, che ne costituiscono un vero e proprio limite. Parlare di tasse sull’esportazione è un ossimoro alla parola 'ripresa', oltre ad essere fuori contesto in un mondo post pandemico, dove ovunque si parla di rilancio e ripartenza. Il dazio, essendo una vera e propria tassa nata dall’esigenza del suo tempo di garantire l’economia interna ai propri Paesi, è in palese contraddizione con la nuova economia digitale, in grado di raggiungere chiunque e ovunque, senza alcun confine”, ha concluso Lorenzo Zurino.
Alessandro Gajano è uno degli italiani che ha portato in alto il nome del nostro Paese all’estero.
Arrivato a New York a 20 anni da Napoli, ha conseguito la laurea in Economia alla Saint Peter’s University per poi entrare nel panorama bancario internazionale. Ha lavorato infatti per i maggiori istituti. Ha collaborato con la Federico II e l’organizzazione Giovani Campani nel Mondo. È esperto di analisi finanziaria in epoca di crisi. È amico dell’ex sindaco di New York, l'imprenditore Michael Bloomberg.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie