20 Luglio 2024
[Testata sito web Giornale Diplomatico]
News
percorso: Home > News > Made in Italy

Conferenza UE-Egitto: Italia sigla 4 accordi nell'ambito Piano Mattei

30-06-2024 18:29 - Made in Italy
GD - Il Cairo, 30 giu - L'ambasciata d'Italia in Egitto ha reso noto che in occasione della Conferenza UE-Egitto sugli Investimenti, l'Italia ha siglato con il Paese africano due Protocolli d'Intesa nel settore della meccatronica e biomedico, alcuni accordi nel campo delle infrastrutture e della mobilità sostenibile, in linea con il Piano Mattei per l'Africa.
In particolare sono stati avviati "quattro progetti che confermano l'impegno dell'Italia a sostenere la crescita e la modernizzazione delle infrastrutture egiziane, promuovendo al contempo la sostenibilità ambientale e l'innovazione tecnologica. Si tratta di un modo concreto di investire in Egitto in maniera responsabile e a beneficio di entrambi i mercati, italiano ed egiziano, nell'ottica del Piano Mattei lanciato dal presidente Meloni", come ha spiegato l'ambasciatore d'Italia al Cairo, Michele Quaroni.
Arsenale SpA e l’Autorità Ferroviaria egiziana-Egypt National Railway ENR hanno siglato un importante accordo per la creazione del primo treno turistico di lusso Made in Italy in Egitto, il “Guardian of the Nile”. Questo iconico treno attraverserà il paese dal Cairo ad Assuan a partire dal 2027, offrendo un’esperienza esclusiva con 40 cabine di lusso per 80 passeggeri. Il progetto, con un investimento complessivo di circa 150 milioni di euro, rappresenta un significativo passo avanti nel turismo di lusso e nella cooperazione tra Italia ed Egitto. Paolo Barletta, CEO di Arsenale, ha dichiarato: “Il segmento del turismo di lusso rappresenta una frontiera emergente per l’evoluzione del settore, e questa collaborazione mira a introdurre un nuovo modello di turismo sostenibile in Egitto, attirando viaggiatori da tutto il mondo”. Da parte sua il ministro dei Trasporti egiziano, Kamel Al Wazir, ha sottolineato che “questo progetto riflette una trasformazione qualitativa significativa per l’Egitto, migliorando il settore turistico e ferroviario del Paese.”
Mermec SpA e ENR hanno invece firmato un contratto di circa 130 milioni di euro per lo sviluppo del sistema di segnalamento ferroviario ECTS Livello 1 sulla tratta “Al Ferdan – Bir Al Abd & Balouza – East Port Said Seaport Corridors”. Questo progetto, del valore di 130 milioni di euro, è essenziale per collegare la stazione di East Port Said con il resto della rete ferroviaria, migliorando la sicurezza e riducendo le emissioni di CO2, in linea con il piano Egypt Vision 2030 e il Green Deal Europeo. Mermec, con il supporto delle istituzioni italiane, prevede di localizzare in Egitto un centro di eccellenza per il segnalamento e la progettazione infrastrutturale, consolidando ulteriormente la sua presenza nel Paese.
SACE, agenzia di export credit e gruppo assicurativo finanziario italiano partecipato dal MEF, ha inoltre finalizzato due importanti Memorandum d’Intesa con il Ministero dei Trasporti egiziano e la Commercial International Bank (CIB). Questi accordi, del valore complessivo di 920 milioni di euro, mirano a supportare progetti di trasporto a basso impatto ambientale e a facilitare le esportazioni italiane attraverso programmi di assicurazione e garanzia del credito all’esportazione. Michal Ron, Chief International Business Officer di SACE, ha evidenziato l’importanza di queste iniziative per creare opportunità di sviluppo economico sostenibile sia in Egitto che in Italia.
L’italiana Movyon e l’egiziana ElSewedy hanno infine siglato un memorandum d'intesa per sviluppare soluzioni di mobilità intelligente e sostenibile. La collaborazione prevede la creazione di una nuova società per la gestione della manutenzione e dell’operazione dei sistemi di trasporto intelligente sulle autostrade egiziane per un periodo di 10 anni, con un investimento di 200 milioni di euro. “Questo accordo strategico", ha affermato Lorenzo Rossi, amministratore delegato di Movyon, "migliorerà la gestione del traffico e della sicurezza stradale sulle principali direttrici di trasporto del Paese, portando sulle autostrade egiziane i più evoluti standard tecnologici presenti sul mercato globale”.
“Questi quattro progetti confermano l’impegno dell’Italia a sostenere la crescita e la modernizzazione delle infrastrutture egiziane, promuovendo al contempo la sostenibilità ambientale e l’innovazione tecnologica. Si tratta di un modo concreto di investire in Egitto in maniera responsabile e a beneficio di entrambi i mercati, italiano ed egiziano, nell’ottica del Piano Mattei lanciato dal Presidente Meloni” ha affermato l’Ambasciatore d’Italia al Cairo, Michele Quaroni.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie