18 Agosto 2019
[]
[]

News
percorso: Home > News > Politica

Ucraina: GD intervista l’ambasciatore Yevhen Perelygin, “alle elezioni parlamentari ha vinto la speranza”

31-07-2019 15:32 - Politica
L'ambasciatore di Ucraina a Roma, Evhen Perelygin
L’'ambasciatore di Ucraina a Roma, Evhen Perelygin
GD – Roma, 31 lug. 19 – Intervista a GD - In Ucraina, due mesi dopo le elezioni presidenziali che si sono concluse con una forte vittoria di Volodymyr Zelenskyy, è arrivato il turno delle elezioni parlamentari anticipate che hanno portato il successo alle nuove forze politiche e, soprattutto, al partito “Servo del popolo”. Ma non solo. In realtà, in queste elezioni sono successe molte cose per la prima volta. Questo il tema dell'intervista che l'ambasciatore di Ucraina in Italia, Yevhen Perelygin, ha concesso al GIORNALE DIPLOMATICO.
  • GD - Ambasciatore, le elezioni sono concluse ma anche se ancora non abbiamo i risultati ufficiali come sarà la maggioranza nel nuovo Parlamento?
Yevhen Perelygin - “Per la prima volta nella storia dell'Ucraina indipendente, la maggioranza nella Verkhovna Rada riceve un partito. Ad oggi, "Servo del popolo" porta nel Parlamento 254 deputati. Questo è un primato assoluto nella nostra storia. Prima, il più vicino al risultato di 226 voti, necessari per la maggioranza nella Rada, ha avuto Il Partito delle Regioni che nel 2012 aveva un gruppo di 185 deputati”.
  • GD - Il “Servo del Popolo” è un partito nuovo e, quindi, possiamo dire che ci saranno tanti deputati nuovi nel Parlamento?
Yevhen Perelygin – “Secondo i risultati preliminari, nella nona legislatura tre quarti dei deputati saranno ‘nuovi'. Attualmente nella Rada passano 323 deputati che in precedenza non avevano mai lavorato lì. La maggior parte dei ‘volti nuovi' è del partito “Servo del popolo” che non ha nessuno dei vecchi o attuali deputati, ed il partito “Holos” con un solo mandato di Svyatoslav Vakarchuk. Quindi, avremo tanti parlamentari giovani. L'età media di deputati sarà solo di 41 anni e 95 % di loro sono già laureati e professionisti nei vari settori”.
  • GD - Ci sono anche donne?
Yevhen Perelygin – “Nell'ottava legislatura vi erano 47 donne, ma successivamente questo numero è aumentato a 53, ovvero il 12,6%. Attualmente, 88 donne sono state elette in Parlamento, rappresentano il 20,8% rispetto al numero effettivo dei deputati. La maggior parte delle donne, ossia 53, è del partito “Servo del popolo”. Un aspetto migliore in percentuali avranno “Holos” e "Solidarietà europea" con 47,6% e 37% delle donne. Per questo possono ricevere finanziamenti aggiuntivi in conformità con la norma "quota di genere". Il partito con il minor numero di posti per le donne è la "Piattaforma dell'opposizione - Per la vita" - 11,4%”.
  • GD - Parliamo del partito "Servo del popolo". Possiamo dire che è un vincitore assoluto?
Yevhen Perelygin – “Il partito "Servo del popolo" ha mostrato un record assoluto di sostegno nella storia dell'Ucraina indipendente ed ha portato il maggior numero dei deputati maggioritari nella Rada. In precedenza, il vincitore nel 2012 ha vinto in 113 circoscrizioni. Il partito di Zelenskyy ottiene gli stessi voti presi nel primo turno delle elezioni presidenziali del 2019: 5,7 milioni di persone hanno votato per il Volodymyr Zelenskyy e 5,4 milioni per il "Servo del popolo"”.
  • GD - E quali sono le forze perdenti?
Yevhen Perelygin – “Il più grande regresso delle liste rispetto al 2014 degli attuali partiti politici hanno dimostrato: “Samopomich” – dal 10,97% allo 0,62%; “Blocco di Petro Poroshenko” (adesso "Solidarietà Europea") - dal 21,87% al 8,1%; "Partito Radicale di Oleh Lyashko" - dal 7,44% al 4,01%. La "Piattaforma dell'opposizione - Per la vita" al contrario ha migliorato le sue prestazioni del 2014: dal 9,43% al 13.05% e “Batkivshchyna” di Yuliya Tymoshenko è aumentato dal 5,7% all'8.18%”.
  • GD - Per la prima volta nella storia ucraina i partiti vincitori avranno delle finanziamenti statali. Quali sono?
Yevhen Perelygin – “A seguito delle elezioni anticipate nella Rada entreranno 5 partiti politici e quindi maggior parte dei finanziamenti andranno divisi tra di loro. Altri sei che nei prossimi anni riceveranno finanziamenti statali sono: "Partito radicale"; "Forza e onore" di Ihor Smeshko; “Blocco di opposizione”; "Strategia ucraina di Groysman";"Libertà";"Partito di Shariy". Secondo i calcoli del movimento “Chesno” il bilancio totale per i finanziamenti statali nel 2020 ammonterà a quasi 20 milioni di Euro. Di questi, 7,5 milioni di Euro otterrà il leader "Servo del popolo"”.
  • GD - Ambasciatore, qual è per Lei il risultato più importante di questi elezioni?
Yevhen Perelygin- “Il modo trasparente e democratico in cui si sono svolte le elezioni parlamentari mostra che il popolo ucraino, come durante le recenti elezione presidenziali, ha votato per il cambiamento ed in conformità ai processi che sono attuali anche per l'UE. Ora il nuovo Parlamento deve formare il nuovo Governo, il quale, insieme al Presidente Zelenskyy, avvierà il processo di cambiamento del Paese, accelerando le riforme necessarie, con lo scopo di integrare ulteriormente l'Ucraina all'UE ed alla NATO.

di Dario de Marchi


Fonte: Direzione GD
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it