11 Agosto 2020
[]
[]
News

Svizzera: l’italiano è la “seconda lingua” più parlata

20-05-2019 13:18 - Arte, cultura, turismo
GD - Losanna, 20 mag. 19 - La razionalizzazione della rete di insegnamento della lingua italiana all'estero sotto il coordinamento del Ministero degli Esteri, insieme con il rilancio della storica Associazione Dante Alighieri (diventata “la Dante”), sembra stia dando frutti. Dati positivi arrivano in particolare dalla dalla Svizzera dove l'italiano - che con tedesco, francese e romancio è una delle lingue nazionali - vive il paradosso di essere a livello nazionale lingua di decisa minoranza (appena l'8,2%) ma, nello stesso tempo, di essere la “lingua secondaria” più diffusa: i parlanti italiano fuori dal loro territorio linguistico (Cantone Ticino e parte dei Grigioni) sono quattro volte più numerosi di chi lo parla come prima lingua: il 42%, cioè più di due milioni e duecentomila persone su poco meno degli 8,4 milioni di abitanti della Confederazione.
I dati forniti dal Forum per l'italiano in Svizzera confermano il ruolo dell'italiano come lingua “di cultura”, cosa questa particolarmente importante per il supporto al Made in Italy, perché chi sceglie l'italiano come seconda lingua lo fa perché “ama l'Italia” e la sua cultura e, verosimilmente, i suoi prodotti di alto livello. Numerosi gli eventi a sostegno della lingua italiana.
Tra gli altri, il “Comitato Pro Scuola Italiana”, emanazione privata e senza scopo di lucro del Consolato, particolarmente attiva nell'opera di diffusione della lingua e della cultura italiana in Svizzera, per festeggiare i suoi 50 anni ha organizzato un grande concorso tra gli allievi delle classi elementari dei dipartimenti di Vaud e del Valais. Il primo premio, sugli oltre 300 lavori presentati, è stato vinto da una classe delle elementari di Losanna (dove la lingua parlata è il francese).


Fonte: Carlo Rebecchi
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it