02 Luglio 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Vaticano

Preziosi documenti inediti sulla diplomazia vaticana nel 1914 in un libro di Regoli e Valvo

17-12-2018 20:58 - Vaticano

GD – Roma, 17 dic. 18 - Molte inedite e succose informazioni e retroscena sulla diplomazia pontificia in un’epoca molto intensa e travagliata, quella che va dal pontificato di Pio X a quello di Benedetto XV, in due scacchieri geopolitici rilevanti come l’Europa e il Sud America, diventano finalmente di pubblica conoscenza attraverso una analisi approfondita e ponderata. Ad aprire uno squarcio informativo di notevole interesse con documenti spesso inediti è il libro «Tra Pio X e Benedetto XV - La diplomazia pontificia in Europa e America Latina nel 1914», di Roberto Regoli e Paolo Valvo (Studium Edizioni - pag. 231 - prezzo 23,50 €).
Nel settembre 1914 mentre l'Europa sta precipitando nel baratro di quella che diventerà la Prima Guerra Mondiale, la Santa Sede fa i conti con un delicato passaggio di pontificato. A Papa Giuseppe Sarto Pio X, morto il 20 agosto, succede il 3 settembre il cardinale Giacomo Della Chiesa, con il nome di Benedetto XV. La Congregazione degli Affari Ecclesiastici Straordinari, preposta alla gestione dei rapporti tra la Santa Sede e gli Stati, viene incaricata di redigere un dettagliato report dell'attività svolta dalla diplomazia pontificia durante il pontificato appena concluso, in diversi Paesi dell'Europa continentale e dell'America Latina. Frutto del lavoro della congregazione, coordinato dal Segretario mons. Eugenio Pacelli (a sua volta destinato a salire sul soglio di Pietro), sono le Relazioni presentate al Papa Benedetto V sulla situazione delle Nazioni.
Il documento, conservato nell'Archivio Storico della Sezione per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, è pubblicato integralmente nel libro di Roberto Regoli e Paolo Valvo, rappresenta così una fonte preziosa per meglio comprendere direttrici, obiettivi e priorità della diplomazia pontificia all'inizio del XX secolo consentendo di conoscere lo stato dell’arte di una delle più antiche diplomazie del mondo in un contesto di crisi internazionale dovuto allo scoppio della Prima Guerra Mondiale.
Il libro «Tra Pio X e Benedetto XV - La diplomazia pontificia in Europa e America Latina nel 1914» è scritto in modo meticoloso, puntuale e intelligente e consente di capire e contestualizzare le scelte, le determinazioni e i comportamenti, ma anche i criteri di formazione di dossier di una diplomazia lunga nei secoli, incastonata in uno scenario storico che si è riverberato nei decenni successivi in quasi tutto il mondo.
Da questo libro ne deriverà un progetto sistemico che coinvolgerà altri studiosi di diversi Paesi creando un prezioso consesso di analisi.
Insomma, il libro fornisce uno studio minuzioso utile e fondamentale, poco politico e molto pastorale, che fornisce una riflessione sul papato dell’epoca a livello mondiale, sui suoi meccanismi per capire e sapere la storia. Del resto Don Roberto Regoli è professore di Storia contemporanea della Chiesa alla Pontificia Università Gregoriana, dove dirige il Dipartimento di Storia della Chiesa e la rivista «Archivium Historiae Pontificae». Si occupa particolarmente di storia del Papato, della Curia Romana e della diplomazia pontificia per i secoli XIX-XXI. Tra le sue pubblicazioni «Ercole Consalvi, le scelte per la Chiesa» (Ed. PUG 2006) e «Oltre la crisi della Chiesa. Il pontificato di Benedetto XVI» (Lindau 2016).
L’altro autore del libro è Paolo Valvo, assegnista di ricerca in Storia contemporanea alla Facoltà di Scienze della formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove collabora con il Dipartimento di Storia dell'economia, della società e di Scienze del territorio «Mario Romani». Le sue ricerche vertono principalmente sulla diplomazia della Santa Sede e la libertà religiosa nel Novecento. Ha pubblicato i volumi «Dio salvi l'Austria! 1938: il Vaticano e l'Anschluss» (Mursia 2010) e «Pio XI e la Cristiada. Fede, guerra e diplomazia in Messico, 1926-1929» (Morcelliana, 2016).
La presentazione del libro «Tra Pio X e Benedetto XV - La diplomazia pontificia in Europa e America Latina nel 1914» è stata fatta alla Pontificia Università Gregoriana, con l'indirizzo di saluto del prof. Marek Inglot, decano della Facoltà di Storia e Beni Culturali della Chiesa; del prof. Andreas Gottsmann, direttore dell'Istituto Storico Austriaco di Roma, e del prof. Matteo Sanfilippo, dell'Università della Tuscia, con la moderazione intelligente di Giovan Battista Brunori, giornalista di RAI Tg2.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account