27 Settembre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Polonia: l'Ambasciata a Roma celebra il 100° anniversario della riconquista dell’indipendenza del Paese

09-11-2018 15:18 - Ambasciate
GD - Roma, 9 nov. 18 - L’11 novembre è una data molto importante per tutti i polacchi: è il giorno in cui si celebra l’anniversario dell’indipendenza della Polonia, riconquistata nel 1918 dopo che per 123 anni il Paese era scomparso dalla carta dell’Europa a causa delle spartizioni compiute dall’Austria, dalla Prussia e dalla Russia (1795).
L’11 novembre 1918 venne firmato l’armistizio che metteva fine alla Grande Guerra anche sul fronte tedesco e quel giorno il Maresciallo Józef Piłsudski prese il controllo della Polonia. La data è perciò rimasta simbolica anche se ancora un anno di rivolte doveva passare, perché fosse consolidata quella conquista, e un ulteriore anno doveva trascorrere perché il Trattato di Versailles ratificasse i nuovi confini polacchi.
Questa Festa nazionale è, insomma, il simbolo della lotta che i polacchi hanno combattuto per molte generazioni.
L’anniversario di quest’anno è particolarmente sentito, in quanto passano esattamente cento anni da quando il Paese riconquistò la sua indipendenza e proclamò la Seconda Repubblica.
Sono molti e profondi i legami storici tra Polonia e Italia e molte sono le lotte combattute insieme. E per onorare questa significativa ricorrenza saranno molte le iniziative dell’Ambasciata di Polonia in Italia.
Sabato 10 novembre alle 17.30 l'Ambasciata di Polonia celebra la Festa dell’Indipendenza con la deposizione di corone di fiori dinanzi al monumento al Maresciallo Józef Piłsudski, simbolo della lotta polacca per l’indipendenza, posto sull'omonimo viale a Roma.
Piłsudski fu il primo Capo dello Stato polacco dopo la Riconquista dell’Indipendenza e Comandante dell'esercito in anni 1918-1922. Piłsudski combatté per la patria non solo nel 1918, ma anche durante la guerra polacco-bolscevica, in cui il suo esercito salvò tutta l'Europa da una rivoluzione sanguinosa. La sera nella sede della rappresentanza diplomatica si svolgerà un tradizionale ricevimento per la comunità polacca.
Domenica 11 novembre la Presidenza della Repubblica Italiana, in collaborazione con la Rai, l’Ambasciata di Polonia e l’Istituto Nazionale “Fryderyk Chopin” di Varsavia, in occasione del Centenario della Riconquista dell’Indipendenza della Polonia organizza un concerto di musica classica nella Cappella Paolina del Quirinale. Il concerto sarà trasmesso alle ore 11.50 in diretta su Radio 3 e attraverso i collegamenti Euroradio in molti paesi d'Europa.
Due giovani musicisti, la pianista Aleksandra Świgut e il violoncellista Jan Jakub Lewandowski, suoneranno brani di Fryderyk Chopin e Ignacy Jan Paderewski scelti per l’occasione. Vale la pena sottolineare che per entrambi i compositori, la Patria costituiva il più grande valore della loro vita. La musica di Chopin divenne un simbolo nazionale, esprimendo anche una ribellione contro l'oppressione degli invasori. Paderewski fu un grande statista e premier della Polonia rinata.
Durante il rituale ricevimento verrà inoltre presentata una mostra a cura del Ministero degli Affari Esteri polacco, preparata dall'Ambasciata nella versione in lingua italiana, che presenta la storia della rinascita dello Stato Polacco dopo 123 anni di assenza sulla carta dell'Europa. La mostra presenta i ritratti dei personaggi che hanno reso un grande servizio all'indipendenza polacca, come Piłsudski, Paderewski e Dmowski, nonché i momenti storici più importanti di quel periodo, come la formulazione del cosiddetto tredicesimo punto del presidente americano Thomas Woodrow Wilson. Il presidente degli Stati Uniti, nel discorso pronunciato l'8 gennaio 1918 davanti al Senato degli Stati Uniti, contenente i propositi in merito all'ordine mondiale seguente la prima guerra mondiale basati su quattordici principi di base, disse: “Dovrà essere creato uno stato indipendente polacco, che si estenderà sui territori abitati da popolazioni indiscutibilmente polacche; gli dovrà essere assicurato un libero e indipendente accesso al mare, e la sua indipendenza politica ed economica, la sua integrità dovranno essere garantite da convenzioni internazionali”.
La mostra verrà presentata durante tutto l'anno 1919 in varie città italiane.
Venerdì 16 novembre a Pisa si terrà un evento eccezionale: l’illuminazione della Torre pendente nei colori della bandiera nazionale polacca, il bianco e il rosso. L’evento comincerà alle ore 19.00 e durerà circa fino alle ore 23.00.
Con l’illuminazione del celebre monumento architettonico l’Ambasciata della Repubblica di Polonia, assieme ad altre rappresentanze diplomatiche polacche nel mondo, aderisce a una iniziativa speciale delle celebrazioni della Giornata dell’Indipendenza, in cui monumenti, edifici e opere conosciute in tutto il mondo verranno illuminate nei colori nazionali della Polonia (dalla torre pendente di Pisa in Italia alle piramidi egizie, il Cristo di Rio de Janeiro e la ruota panoramica sul boulevard di Santa Monica in California).
Il 12 dicembre presso la sede dell’Istituto polacco a Roma alle ore 18.00 si svolgerà una conferenza dedicata al Centenario della Riconquista dell’Indipendenza della Polonia. Tra i temi le questioni storiche, politiche, economiche nonché le attuali sfide geopolitiche (ingresso libero fino ad esaurimento posti).
Molte saranno anche le iniziative del Ministero degli Esteri polacco sui social media. Tra queste:
· video in cui i cittadini dei sei Paesi (USA, Germania, Francia, Gran Bretagna, Italia, Giappone) a cui in primis era indirizzato il dispaccio con cui il maresciallo Pilsudski il 16 novembre 1918 notificava la rinascita della Polonia e rivolgeva loro l’appello a riconoscere la sua indipendenza e la sua sovranità, leggono in polacco il testo originale della missiva. Al video che verrà messo on line l’11 novembre ha contribuito anche l'Ambasciata di Polonia con registrazioni di quattro cittadini italiani, tra cui due parlamentari, che leggono il testo polacco della missiva con il Colosseo sullo sfondo.
· un’azione denominata “#likePolska, 100 motivi per cui ami la Polonia” (vedi link al nostro sito). Si invita a pubblicare una foto o un video che mostri ciò che piace di più della Polonia: il luogo preferito, la pietanza, il costume, un oggetto o un personaggio, un angolo nascosto, sconosciuto, ma affascinante. La foto o il video con una breve descrizione devono essere pubblicati domenica 11 novembre su Twitter, Facebook (come post pubblico) o Instagram con i hashtah #PL100 e #likePolska.
I post più interessanti saranno pubblicati sul profilo Poland.pl su Facebook e @Polska e @Poland su Twitter.
Si può inoltre partecipare alla campagna aggiungendo il logo #likePolska:
https://www.facebook.com/profilepicframes/?selected_overlay_id=313330009498549
alla foto del profilo su Facebook o pubblicando la foto con il logo #likePolska usando la sovrapposizione per la fotocamera su dispositivo mobile (disponibile nell'applicazione mobile Facebook): https://www.facebook.com/fbcameraeffects/tryit/1065452623614373/


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it