06 Luglio 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Opinioni

Ministro Difesa Elisabetta Trenta: investire nella difesa con prospettiva di lungo periodo

19-07-2018 13:18 - Opinioni
GD – Farnborough, 19 lug. 18 - dal sito di Formiche.net - "Una visione strategica di lungo periodo" affinché possano essere programmati gli investimenti in un settore che è "importante volano di sviluppo economico". È questo "l´impegno" che il ministro della Difesa, Elisabetta Trenta, ha spiegato a Formiche durante una visita tra gli stand delle tante aziende italiane presenti al salone di Farnborough, il celebre air show britannico in scena in questi giorni a Londra.
In mattinata, la titolare del dicastero della Difesa ha introdotto la cerimonia di firma tra l´amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo, e il capo di Stato maggiore dell´Aeronautica gen. Enzo Vecciarelli, che hanno lanciato l´International Flight Training School, vero e proprio partenariato pubblico-privato che punta a rafforzare il ruolo di leadership che l´Italia ha nel campo dell´addestramento avanzato. L´accordo prevede l´ampliamento della scuola di volo del 61esimo Stormo dell´Aeronautica militare a Lecce, e la fornitura da parte di Leonardo, a partire dal 2019 di nuovi servizi e quattro nuovi addestratori M-346, velivolo "unico al mondo, il migliore nel mercato per il training avanzato", ha detto il ministro Trenta.
"Un comparto di grandissimo valore" - Per i due giorni alla rassegna inglese, il ministro ci ha detto di aver trovato "un comparto sicuramente di grandissimo interesse con tantissime imprese, non soltanto le grandi ma anche le piccole e medie, che esprimono un grandissimo valore".
Non a caso, come ha scritto lei stessa, il ministro Trenta è volato a Londra "al fine di promuovere a nome del governo un comparto che per l´Italia rappresenta un importante volano di sviluppo per l´economia reale". Ciò significa "crescita e occupazione".
Inoltre, ha spiegato ancora la titolare del dicastero Difesa, "voglio ringraziare il lavoro di Aiad, la Federazione membro di Confindustria che, in rappresentanza della aziende per l´aerospazio, la difesa e la sicurezza contribuisce alla promozione delle nostre qualità e competenze in Europa e nel mondo. Tutto questo – ha rimarcato – è un pezzo importante del nostro made in Italy, che noi vogliamo valorizzare per rendere sempre più competitiva l´Italia".
Un impegno per la programmazione di lungo periodo - A Formiche, Trenta ha dato alcune indicazioni su come il comparto possa acquisire competitività a livello internazionale. Prima di tutto, "è strategico per il Paese che le grandi e le piccole imprese lavorino insieme e che le imprese conoscano e comprendano quale è la visione del governo e della politica".
Altrettanto strategico, ha aggiunto il ministro, "è che tale visione sia di lungo termine per poter programmare gli investimenti; e questo è un impegno che vorrei assumere e che ovviamente il governo assumerà". Un impegno importante, apprezzato dalle imprese presenti a Farnborough, che permetterebbe al settore dell´aerospazio e difesa la certezza necessaria per poter investire in programmi significativi.
La collaborazione tra pubblico e privato - Altro aspetto, che si lega a quello precedente, è "la collaborazione tra il settore pubblico e quello privato", un elemento "molto importante" per poter creare un sistema-Paese nel campo della Difesa. D´altronde, alla rassegna inglese il ministero della Difesa è presente con uno stand che condivide con l´Aiad, guidata dal presidente Guido Crosetto e dal segretario generale Carlo Festucci. Tale collaborazione, ha notato il ministro, si è vista oggi "nel settore della formazione al volo", con l´accordo tra il campione nazionale, Leonardo, e l´Aeronautica militare che punta a creare un punto di riferimento mondiale per il training avanzato.
L´accordo tra AM e Leonardo - L´accordo è rilevante, secondo la Trenta, perché "riguarda una formazione che è diretta a livello internazionale, e che dunque ci permette di far vedere all´estero la forza che il Paese mette a disposizione della grande impresa e, al tempo stesso, per creare cultura, vicinanza e capacità". Insomma, ha rimarcato Elisabetta Trenta, "per la prima volta avremo una scuola internazionale in cui si crea una cultura del volo e della difesa che è davvero europea, e credo che questo sia un grande passo in avanti".
L´incontro con Williamson - Tra l´altro, ieri, il ministro ha incontrato anche l´omologo britannico, Gavin Williamson, che nella mattinata aveva aperto la rassegna con l´annuncio di "Tempest", il caccia con cui il Regno Unito punta a sostituire gli Eurofighter dal 2035 con la partecipazione di Leonardo. Con il collega inglese, la Trenta ha siglato uno Statement of intent che "rafforzerà ulteriormente la partnership a livello strategico tra il nostro Paese e il Regno Unito, ponendo le basi per una sempre più forte collaborazione in termini di difesa". Insomma, la Brexit non spaventa e anzi dà occasione per ribadire i forti legami tra Roma e Londra.

di Stefano Pioppi

http://formiche.net/2018/07/trenta-farnborough-difesa-strategia/





Fonte: Formiche.net
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account