01 Ottobre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Economia

Libro "Fozza Cina" analizza la colonizzazione italiana da parte del capitale cinese

03-11-2017 13:35 - Economia
GD - Roma, 3 nov. 17 - Nell´immaginario collettivo i cinesi presenti in Italia non muoiono e non dormono mai, animano frenetici e disordinati laboratori-abitazione in quel di Prato e ora tengono aperti 24 ore al giorno negozi poco eleganti in cui si vende di tutto, a prezzi più bassi degli altri e non sempre di solida efficienza. La realtà invece è ben diversa. Tanto che le giornaliste Sabrina Carreras e Mariangela Pira, che da tempo seguono l´evoluzione delle relazioni d´affari della Cina in Italia, hanno dedicato una ampia analisi nel libro "Fozza Cina", edito da Baldini & Castoldi, che tenta di fare luce su questo fenomeno.
E per spiegare quanto succede nel nostro continente, viene usato un simpatico paragone. Quando ci si chiede del rapporto tra Cina e Unione Europea si deve pensare a un playboy che va da una ragazza e le dice: "sei bellissima" e lei gli crede. Va da un´altra e le sussurra: "hai degli occhi stupendi", e anche lei ci casca. Va dalla terza e la convince dicendole "hai delle gambe chilometriche". La storia raccontata da "Fozza Cina" è simile a questa. Per Pechino l´Europa tutta è un partner commerciale importante, peccato però che corteggi anche i singoli Stati dell´UE, con cui tiene costantemente rapporti bilaterali. Proprio come il playboy.
L´italiano medio, in effetti, si è accorto che i cinesi stanno diventando padroni a casa nostra quando i due blasoni del calcio milanese e nazionale, ossia l´Inter e il Milano, sono passati in mani cinesi. Ma pochi sanno, tranne gli addetti ai lavori, chi sia Zhang Jindong, il nuovo proprietario dell´Inter, o Yonghong Li, il magnate che ha preso il posto di Berlusconi alla guida del Milan. Sempre in pochi hanno capito se l´acquisto della Pirelli sia un vantaggio per noi o per il colosso statale ChemChina. Eppure negli ultimi anni aziende cinesi hanno comprato lo storico marchio di moto Benelli, o la mitica Krizia, oltre agli oli Berio e Sagra. Per non parlare delle partecipazioni cinese nelle nostre big dell´energia e delle comunicazioni (come quelle in Terna, Snam e Telecom). Tanto che l´Italia è divenuto il secondo Paese europeo per gli investimenti cinesi. Cosa si cela dietro questo cospicuo e danaroso shopping? E se ci fosse dietro un disegno geopolitico preciso da parte di Pechino?
"Eravamo abituati a pensare alla Cina come un produttore di beni di bassa qualità. In questo saggio invece si capisce che non è più così. Una grande occasione per l´Italia o il segno del decadimento del nostro sistema industriale?", ha scritto il conduttore televisivo Riccardo Iacona.
Nel corso della presentazione, tentando di dare una risposta alla domanda sulla presunta colonizzazione italiana da parte cinese, Mariangela Pira ha ricordato che "gli ingenti capitali dei gruppi cinesi in Italia non partecipano a gare pubbliche e agiscono senza reciprocità". Gli ha fatto eco Sabrina Carreras rilevando che "nell´investire all´estero i cinesi hanno una programmazione decennale".
Le autrici hanno anche sottolineato che "in Italia i cinesi vogliono il nostro know how, le innovazioni, la creatività. E approfittano che in Europa ogni Paese va per conto proprio, sfruttando la rivalità continentale e lo scollamento tra Stati". È quasi una occupazione di potere più che di solo denaro. "Puntano non solo ad esportare i loro prodotti e servizi, ma ad espandere la loro influenza. Infatti non hanno il concetto di ritorno puntuale dell´investimento. Insomma, è in atto una sorta di Piano Marshall cinese. Al Governo e ai capitali di Pechino interessa che il loro Paese sia percepito come leader", hanno detto Carreras e Pira.
Ovviamente sotto la loro attenta lente di ingrandimento scorrono non solo severe analisi, raccontate con lievità e professionalità, senza pedanteria, ma anche molte curiosità e aneddoti che rendono interessante e gradevole questa radiografia. Un libro utile non solo per chi governa e opera sui mercati esteri.
Il libro di Carreras e Pira è stato presentato nello studio legale BLB, una realtà professionale milanese ora presente con lussuosi uffici su Largo di Torre Argentina, a Roma, ma con desk Asia, Usa e Spagna per seguire in presa diretta la relazioni d´affari dei propri clienti.

"Fozza Cina" di Sabrina Carreras e Mariangela Pira
Baldini & Castoldi - collana: I Saggi - prezzo: € 16 - pagine: 180



Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it