30 Ottobre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

L´ambasciatore Benassi al giornale "Mitte": "Italia e Germania coppia a tutto tondo"

01-03-2018 19:15 - Ambasciate
GD - Berlino, 1 mar. 18 - Italia e Germania "sono una coppia a tutto tondo, si interrogano sul domani nell´industria 4.0, condividono gli stessi obiettivi, a volte magari non essendo d´accordo sugli strumenti per raggiungerli, e collaborano in moltissimi campi. Sintetizzando, per l´Italia la Germania non è un partner importante, è un partner essenziale": lo ha detto l´ambasciatore d´Italia a Berlino, Pietro Benassi, in un´intervista al giornale tedesco in lingua italiana "Mitte".
Interrogato sull´arrivo nella capitale tedesca di molti giovani italiani, il diplomatico - che è tornato a Berlino come ambasciatore tre anni e mezzo fa, dopo una precedente esperienza dal 2002 al 2005 - ha osservato che "nel frattempo Berlino è cambiata molto, è cambiata molto la Germania, è cambiata molto l´Europa, ed era inevitabile che cambiassero molto anche i ragazzi che ho trovato qui, rispetto alla collettività che c´era all´inizio degli anni 2000".
Intanto, ha spiegato ancora nell´intervista (pubblicata anche nel sito dell´ambasciata), "questa collettività si è quasi raddoppiata. Poi ci sono molti giovani che arrivano con una formazione universitaria avanzata e con un curriculum più ambizioso. Diciamo che non necessariamente trovano sul mercato una risposta pari alla loro ambizione, non subito, almeno. A volte devono cominciare facendo uno o due passi indietro, ma quello tedesco è un mercato che, nonostante alcune difficoltà, continua a essere per i nostri ragazzi abbastanza ricettivo".
Dal canto suo, all´ambasciata italiana viene riconosciuto un notevole impegno per l´integrazione dei nuovi arrivati. "Volevamo che l´Ambasciata fosse percepita dalla nuove generazioni emigrate a Berlino come un possibile strumento di servizio. È nato così un ciclo di eventi che abbiamo chiamato ´L´Ambasciata incontra...´, in cui giovani appena arrivati a Berlino si confrontavano con altri giovani già entrati nel mercato nell´ambito di diverse realtà professionali, creando un networking anche successivo al dibattito. In poco più di un anno abbiamo fatto più di dieci incontri, adesso ne abbiamo in programma altri cinque prima della pausa estiva e in generale abbiamo tutta l´intenzione di continuare", ha spiegato l´ambasciatore Benassi.
Sul piano economico, la Germania è un grande partner: "il volume di scambi è pari a quello che abbiamo con Francia e Gran Bretagna assieme, che pure fanno parte dei primi sei, sette Paesi più importanti del nostro interscambio complessivo".
E poi ci sono anche gli 11 milioni di presenze turistiche tedesche che ogni anno si recano in Italia e notevole è il livello di collaborazione culturale, scientifica, tecnologica e di integrazione tra i due Paesi.
E soprattutto il rapporto economico tra Italia e Germania, inoltre, "non si esaurisce solo nel vendere e acquistare beni e servizi, ma significa anche produrre insieme in diversi settori industriali. Se un prodotto tedesco ha grande successo sul mercato, ad esempio, non necessariamente lo viviamo come l´affermazione di un concorrente. E´ infatti probabile che produciamo in Italia il 30 o il 35% delle sue componenti".
In questo almeno si colloca un ciclo di eventi, appena iniziato in ambasciata, dal titolo "Italia e Germania nella prospettiva europea: diversi ma insieme", che in tedesco suona "Anders miteinander", per dire - ha affermato Benassi - che "condividiamo gli stessi obiettivi, a volte con una nostra originalità. Abbiamo iniziato la scorsa settimana con la geopolitica, col direttore tedesco della Stiftung Wissenschaft und Politik, Volker Perthes, con Lucio Caracciolo, di ´Limes´, e con la moderazione di Tonia Mastrobuoni, inviata de La Repubblica".
A marzo, ha proseguito il diplomatico italiano a Berlino, il ciclo "si occuperà dell´Eurozona e della sua stabilità, avremo esperti della Banca d´Italia, dei principali istituti tedeschi e di Confindustria, per cercare di capire dove vada l´economia dell´Europa e dei due Paesi. E poi proseguiremo con la cultura, nelle sue varie dimensioni, faremo un incontro con i media, sulla comunicazione tra Italia e Germania, e ne organizzeremo anche uno sul calcio a Monaco di Baviera, con grandi ospiti. Siccome stiamo chiudendo le adesioni ancora non dico quali, ma saranno tutti di fama mondiale".

di Carlo Rebecchi


Fonte: Carlo Rebecchi
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it