20 Settembre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Italia contribuisce all'appello d'emergenza della Siria dell'UNRWA in Libano

22-01-2019 06:32 - Ambasciate
GD - Beirut, 22 gen. 19 - L'ambasciatore d'Italia in Libano, Massimo Marotti, e il direttore dell'Agenzia di Soccorso e Lavori delle Nazioni Unite per i profughi della Palestina nel Vicino Oriente (UNRWA) in Libano, Claudio Cordone, hanno firmato un accordo per un ulteriore contributo di 1,5 milioni di euro da parte del Governo italiano all'appello d'emergenza dell'UNRWA in Libano. La cerimonia della firma si è svolta nell'ambasciata italiana a Beirut e ha partecipato il direttore di AICS Beirut Donatella Procesi.
Questo nuovo finanziamento fondamentale consentirà all'UNRWA di continuare a fornire apporto all'assistenza sanitaria per i rifugiati palestinesi che hanno più bisogno di assistenza in Libano e in particolare sosterrà l'ospedalizzazione a quasi 1.500 rifugiati palestinesi dalla Siria (PRS) e l'assistenza ai rifugiati palestinesi dalla Siria sfollati in Libano.
Esprimendo la sua gratitudine, Cordone ha affermato che "l'UNRWA desidera ringraziare l'Italia per il suo continuo sostegno al mandato dell'Agenzia, in particolare per i servizi sanitari essenziali che fornisce al PRS in Libano. È solo con il sostegno di partner donatori come l'Italia che l'UNRWA è in grado di continuare a servire la comunità di rifugiati palestinesi".
L'ambasciatore Marotti ha sottolineato l'importanza dei servizi dell'UNRWA in Libano e ha dichiarato che "l'Italia riconosce gli enormi sforzi del Governo libanese per ospitare rifugiati vulnerabili e continuerà a sostenere i suoi sforzi. Con l'accordo che abbiamo appena firmato, l'Italia conferma il suo impegno a sostenere le azioni lodevoli intraprese dall'UNRWA nel paese, promuovendo una visione che pone le persone vulnerabili al centro della politica di aiuti italiani".
Il Governo italiano è stato a lungo uno dei donatori più affidabili dell'Agenzia. Nel biennio 2017-2018, l'UNRWA ha ricevuto 3,75 milioni di euro dal Governo italiano a sostegno delle attività di assistenza in Libano, nonché alla ricostruzione del campo di Nahr el-Bared che è in corso e richiede circa 66 milioni per essere completato.
L'UNRWA si trova di fronte a una crescente domanda di servizi derivanti da un aumento nel numero di rifugiati palestinesi registrati, l'entità della loro vulnerabilità e la loro povertà sempre più profonda. L'UNRWA è finanziato quasi interamente da contributi volontari e il sostegno finanziario è stato superato dalla crescita dei bisogni.
La ricostruzione di NBC rimane il singolo più grande progetto di costruzione mai intrapreso dall'UNRWA. L'attuale costo stimato del progetto è di 329 milioni di USD, di cui 263 milioni di USD (80%) sono stati finora raccolti, lasciando un deficit di 66 milioni di USD. I contributi attualmente disponibili saranno sufficienti per il ritorno dignitoso di 3.773 famiglie (16.438 residenti) alla NBC. Se non verranno ricevuti ulteriori finanziamenti, circa 1.166 famiglie (4.440 residenti) rimarranno sfollati.
L'UNRWA è un'agenzia delle Nazioni Unite istituita dall'Assemblea Generale nel 1949 e incaricata di fornire assistenza e protezione a circa 5 milioni di rifugiati palestinesi registrati. La sua missione è aiutare i rifugiati palestinesi in Giordania, Libano, Siria, Cisgiordania e Striscia di Gaza a raggiungere il loro pieno potenziale di sviluppo umano, in attesa di una soluzione giusta e duratura alla loro situazione. I servizi dell'UNRWA comprendono l'istruzione, la sanità, i servizi sociali e di soccorso, l'infrastruttura del campo e il miglioramento, la protezione e la microfinanza.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it