21 Settembre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Opinioni

Istituzioni: per Sgrelli, Accademia del Cerimoniale, “che guaio un esponente del Governo con le mani in tasca al Quirinale!”

17-12-2019 16:49 - Opinioni
GD - Roma, 17 dic. 19 – “Che guaio le mani in tasca, soprattutto se a tenerle è un rappresentante del Governo accanto al Presidente della Repubblica! È infatti accaduto, come documentato anche dalle fotografie ufficiali, che un Sottosegretario agli Esteri al Quirinale al tradizionale incontro dello scambio di auguri tra il Presidente della Repubblica ed il Corpo Diplomatico, mentre è accanto al Capo dello Stato tiene vistosamente le mani in tasca”. A rimarcare l’anomalo comportamento istituzionale, oltre che di galateo, è il prof. Massimo Sgrelli, presidente del Comitato Scientifico dell’Accademia del Cerimoniale e per quasi vent'anni a capo del cerimoniale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
“Un Sottosegretario è un alto rappresentante delle istituzioni e dovrebbe sapere che non si tengono le mani in tasca davanti ad interlocutori che non siano amici fraterni e tanto meno davanti ai simboli nazionali”, ha detto l’esperto di protocollo ricordando che “non si può stare con le mani in tasca innanzi alla Bandiera, né si può ascoltare con le mani in tasca l’Inno Nazionale e neppure si possono lasciare le mani in tasca innanzi al Presidente della Repubblica”.
Sgrelli ha sottolineato poi che “si tratta di scorrettezze istituzionali che i tempi odierni non ritengono di sottolineare, a conferma di quanto l’Accademia del Cerimoniale invece rammenta ogni giorno: non c’è più alcuna cultura istituzionale e ciò chiede a ciascuno di impegnarsi nella sua ricostruzione. A partire dai rappresentanti delle massime istituzioni del Paese”.


Fonte: Accademia del Cerimoniale
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it