20 Ottobre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Vaticano

Il Cancelliere Kurz spiegherà al Pontefice perché l´Austria ha chiuso le porte ai profughi

03-03-2018 00:41 - Vaticano
Papa Francesco con Sebastian Kurz
Papa Francesco con Sebastian Kurz
GD - Vienna, 3 mar. 18 - Dal Blog Austria Vicina - Lunedì, mentre gli italiani leggeranno i risultati elettorali, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz farà visita al Papa. Temi del colloquio – come ha anticipato a Vienna un portavoce della cancelleria – saranno la protezione dei cristiani perseguitati in Medio Oriente, il disarmo nucleare, il contributo della Chiesa cattolica alla coesione sociale in Austria, in particolare attraverso l´opera svolta dalla Caritas, il fenomeno dell´immigrazione.
Quest´ultimo, in particolare, sarà un argomento delicato, perché la linea seguita del capo del governo austriaco e soprattutto dai suoi alleati dell´estrema destra non appare molto in sintonia con quella del Papa. Kurz e i suoi alleati sono per la chiusura ermetica dei confini (di quelli nazionali, al Brennero e a Tarvisio, qualora non fossero sigillati a sufficienza i confini esterni dell´Ue), per il respingimento degli immigrati privi del diritto di asilo, la rinuncia ai processi integrazione, che renderebbero più difficile in seguito rispedire a casa loro profughi che si fossero troppo ben integrati nella comunità ospitante.
La visita si svolgerà al mattino. Kurz avrà un colloquio privato con il Pontefice ed è probabile che proprio in tale occasione i due affrontino a quattrocchi la questione profughi, di cui temiamo che non avremo molte indiscrezioni. Successivamente è in programma un incontro della delegazione austriaca al completo con il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin.
Il giovane cancelliere ha definito importante lo scambio di idee con Papa Francesco, soprattutto in tempi di crisi come quelli che stiamo vivendo. Inoltre, per lui "come credente è un grande onore poter incontrare il Santo Padre in un colloquio personale".
A questo proposito va osservato che Kurz, a differenza della gran parte degli esponenti al vertice dell´Övp (Partito popolare), non proviene dal Kartellverband, l´associazione studentesca cattolica. Inoltre, sarà forse credente, ma non praticante, visto anche la pluriennale convivenza con la sua compagna Susanne Thier, non consacrata da un matrimonio religioso.
Lunedì la delegazione sarà accompagnata a Roma da Wilfried Haslauer, governatore del Salisburghese. Presenterà al Papa le iniziative nel Land in occasione del bicentenario di "Stille Nacht". Il canto natalizio, scritto dal sacerdote Joseph Mohr e messo in musica dal maestro e organista Franz Xaver Gruber, fu eseguito infatti per la prima volta nella notte di Natale del 1818, nella chiesa di Oberndorf.
Quello di lunedì non sarà il primo incontro del cancelliere austriaco con il Pontefice. Kurz aveva già fatto visita a Papa Francesco nel 2015, allora in veste di ministro degli Esteri.

di Marco Di Blas

http://diblas-udine.blogautore.repubblica.it/


Fonte: Blog Austria Vicina
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it