13 Dicembre 2019
[]
[]

News
percorso: Home > News > Ambasciate

Hong Kong: per ambasciatore cinese a Roma “priorità è porre fine al caos”

14-08-2019 14:11 - Ambasciate
GD - Roma, 14 ago. 19 - “Il Governo cinese ha una posizione chiara sulle violente proteste di Hong Kong: fermare il caos e e riportare l'ordine. Qualora Hong Kong non riuscirà a gestire la situazione, Pechino non resterà a guardare”. Lo ha detto l'ambasciatore della Repubblica Popolare cinese a Roma, Li Junhua, nel corso di una conferenza stampa convocata per illustrare ai giornalisti l'attuale situazione a Hong Kong. “Come ha detto il presidente cinese Xi Jinping, qualsiasi tentativo di mettere in pericolo la sovranità e la sicurezza della Cina, sfidare l'autorità del governo centrale e la santità della Legge fondamentale dell'HKSAR o utilizzare Hong Kong come canale di infiltrazione e sabotaggio contro la terraferma cinese è un atto che supera la linea di fondo, e non è assolutamente permissibile”, ha affermato Li.
“Occorre ascoltare la voce della maggioranza: a Hong Kong chiedono di tornare alla vita normale. Nei confronti di quei pochi attivisti violenti dico: non giocate con il fuoco. E questo vale anche per gli architetti misteriosi che sono dietro ai manifestanti”, ha dichiarato l'ambasciatore.
Il diplomatico Li ha inoltre espresso il massimo sostegno al governatore di Hong Kong Carrie Lam e alla polizia.
“Hong Kong è cinese e non accettiamo interferenze esterne”, ha affermato Li. “La stabilità dell'isola è fondamentale per il popolo di Hong Kong e per la Cina”, ha detto il diplomatico cinese, che ha esortato i manifestanti a non farsi influenzare da questi “misteriosi architetti” che minacciano la loro stabilità.
“È chiaro che scendere in strada con volti coperti e portare la violenza non può essere considerato in nessun paese una protesta pacifica ed è contrario alle leggi”, ha sottolineato l'ambasciatore Li.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it