22 Settembre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Festa della Repubblica: a Berlino l´amb. Benassi sottolinea i richiami di Mattarella e di Conte alla solidarietà europea

06-06-2018 11:36 - Ambasciate
GD - Berlino, 6 giu.18 - L´ulteriore rafforzamento dei rapporti tra Italia e Germania è la scelta più efficace per affrontare le sfide crescenti a livello europeo e globale e per non perdere quanto di buono è stato fatto finora insieme. Con questo auspicio a Berlino l´ambasciatore Pietro Benassi ha celebrato la Festa della Repubblica nel tradizionale ricevimento che, nella sede diplomatica tricolore al Tiergarten, ha raccolto personalità della politica, della cultura e della società civile. In prima fila l´ex presidente della Repubblica Joachim Gauck, la ministra dell´Agricoltura Julia Klöckner (cristiano-democratica),il sottosegretario agli Esteri Walter Lindner.
L´evento era atteso con particolare interesse per le polemiche suscitate anche in Germania dal "cambiamento" del quadro politico italiano dopo le elezioni del 4 marzo. Nel giorno della presentazione del nuovo Governo in Senato, l´ambasciatore italiano ha fotografato l´attualità :"Il presidente Conte oggi ha detto che gli interessi dell´Italia e dell´Europa coincidono e ha parlato di un´Europa più giusta che unisca i principi di solidarietà e responsabilità".
Benassi ha fatto notare che altrettanto fermo è stato il richiamo alla solidarietà nel discorso sullo Stato dell´Unione pronunciato dal presidente Sergio Mattarella di recente a Firenze. Nella capitale tedesca, Benassi ha voluto ricordare espressamente il monito del presidente Mattarella :"L´operosa solidarietà degli esordi sembra essersi trasformata in una stagnante indifferenza, in una sfiducia diffusasi pervasivamente a tutti i livelli, portando opinioni pubbliche, governi, istituzioni comuni a diffidare, in misura crescente, l´uno dell´altro".
Nell´occasione, per quanto festosa e distesa, non poteva mancare una acuta riflessione diplomatica sugli astiosi attacchi di importanti media tedeschi. "Nonostante le lezioni della storia, non sembriamo in grado di usare tutti gli strumenti della nostra cultura e del nostro sistema di valori", ha affermato l´ambasciatore Benassi, "in effetti, siamo troppo occupati a confondere le notizie con la storia o addirittura i tweet con la politica". Ed ha invitato a non commettere l´errore di ritenere irreversibili "i grandi progressi compiuti negli ultimi settanta anni". "Quanto abbiamo raggiunto, va ogni giorno difeso e consolidato", ha detto ancora Pietro Benassi, "Questa è l´eredità che abbiamo avuto dai nostri padri da trasmettere nelle condizioni migliori ai nostri figli".
L´ex presidente Gauck, in un intervento fuori programma, ha voluto rassicurare che, qualora vi siano incomprensioni, sono soltanto nuvole passeggere nell´amicizia tra i due Paesi, che è un sentimento fortemente radicato nella popolazione. Parole di simpatia e di fiducia nel futuro italo-tedesco sono giunte anche dal sottosegretario Lindner, che si è detto felice di essere sposato con una donna italiana.


Fonte: Enzo Piergianni
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it