21 Ottobre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Agenda

FAO: incontro con il Premio Nobel per la Pace Muhammad Yunus

17-05-2019 14:22 - Agenda
GD – Roma, 17 mag. 19 - La FAO ha promosso un incontro con il Premio Nobel per la Pace Muhammad Yunus, intitolato “Ricostruire la speranza” - l’Alleanza FAO Premi Nobel per la Pace a due anni dalla sua costituzione. Risultati e prospettive. L’evento si terrà martedì 21 maggio, alle ore 10:30, nella sala Sheik Zayed Centre, alla FAO.
L'Alleanza FAO - Premi Nobel per la Pace è stata lanciata dal direttore generale della FAO nel 2016 con il mandato di dare maggiore eco al dialogo su come la Pace sia un prerequisito per costruire la sicurezza alimentare per tutti, e su come migliorare la sicurezza alimentare rappresenti contributo concreto alla costruzione di una pace duratura. In questo senso la FAO ha deciso di avvalersi dell’esperienza e del prestigio di tali personalità per rafforzare questa interdipendenza nell’azione. A soli due anni dalla fondazione, sono 12 i Premi Nobel per la Pace che hanno deciso di aderire all’iniziativa della FAO.
Nel corso della conferenza saranno presentati i risultati del progetto “Ricostruire la speranza”, la prima iniziativa nata dall’Alleanza FAO - Premi Nobel per la Pacead essere implementata sul campo, nello specifico in Repubblica Centrafricana.
Il progetto, basato a Bimbo nei pressi della capitale Bangui, mira a prevenire l’insorgere di nuovi scontri nella regione favorendo il ripristino della produzione agricola, promuovendo l’occupazione e l’imprenditorialità giovanile in agricoltura, incentivando la demilitarizzazione e il dialogo interreligioso.
I premi Nobel Muhammad Yunus e Tawakkul Karman hanno partecipato attivamente alla definizione del progetto, rispettivamente nella programmazione di piani di business sociali e nella progettazione di iniziative per il dialogo interreligioso.
Il progetto gode del sostegno del Governo Italiano e della Santa Sede ed è implementato da COOPI.
Intervengono il direttore generale della FAO, José Graziano da Silva; il Premio Nobel per la Pace, Muhammad Yunus; il cardinale Peter Turkson, prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale: Claudio Ceravolo, presidente di Cooperazione Internazionale (COOPI); Vincenza Lomonaco, Ambasciatrice d’Italia alla FAO; Roberto Ridolfi, direttore generale aggiunto della FAO per il Supporto ai Programmi e la Cooperazione Tecnica; Marcela Villarreal, direttrice della Divisione Partenariati della FAO. Modera Padre Giulio Albanese, Comitato per gli Interventi Caritativi della Conferenza Episcopale italiana (CEI).
I Premi Nobel per la Pace che si sono uniti all’iniziativa della FAO includono alcune delle personalità più importanti del nostro tempo: dagli ex presidenti di Colombia, Sud Africa, Costa Rica e Timo Est, rispettivamente Juan Manuel Santos, Fredrik Willem de Klerk, Oscar Arias Sánchez, José Ramos Horta alla leader yemenita Tawakkol Karman, da Graca Machel Mandela a chi ha costruito la Pace in Nord Irlanda, Betty Williams, Mairead Maguire. Ne fanno inoltre parte Adolfo Pérez Esquivel, Leimah Gbowee ed il Premio Nobel per la Pace 2018 Nadia Mura.

Accrediti: L’accredito stampa deve essere richiesto entro le ore 16:00 di Lunedi 20 maggio. Inviare una e-mail a FAO-Newsroom@fao.orgcon scansione (o foto) del tesserino stampa o di una lettera d’incarico su carta intestata, e una copia di un documento d'identità valido (passaporto o carta d'identità). É necessario portare i documenti con sé per ottenere l'accesso alla sede della FAO.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it