05 Agosto 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Diplomacy 2018: Kaspersky Lab, due appuntamenti dedicati alla cybersecurity per promuovere la sicurezza del mondo contemporaneo

17-10-2018 23:47 - Ambasciate
GD - Roma, 18 ott. 18 - L’azienda di sicurezza informatica a livello globale Kaspersky Lab annuncia la sua partecipazione alla IX edizione del Festival della Diplomazia, la manifestazione dedicata alla Diplomazia e alle Relazioni Internazionali, organizzata con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, della Cooperazione Internazionale, della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea e di Roma Capitale. L’appuntamento è in vari luoghi della Capitale dal 18 al 26 ottobre 2018.
All’interno del ricco programma di seminari e incontri dislocati in città, tra sedi istituzionali e luoghi “altri” che renderanno Roma protagonista assoluta del dibattito sulla geopolitica e sull’attività diplomatica, Kaspersky Lab organizza due incontri dedicati ad uno dei temi centrali per la realtà contemporanea delle nazioni e dei cittadini: la cybersicurezza.
Il mondo contemporaneo è caratterizzato da una forte tendenza alla digitalizzazione e da uno stretto rapporto con la tecnologia e Internet: dispositivi connessi, reti industriali, sistemi di organizzazioni governative diventano sempre più spesso obiettivi di pericolosi attacchi informatici. Il panorama delle cyberminacce muta continuamente, seguendo cambiamenti sociali, economici e tecnologici; gli attacchi si fanno sempre più numerosi e sofisticati, grazie allo sfruttamento di nuove risorse o di strategie già note. Secondo le ultime stime diffuse da Kaspersky Lab, tra violazioni di dati in crescita, attacchi di alto profilo e proliferazione di malware rivolti al mondo IoT, stiamo assistendo ad un grande diffusione delle organizzazioni cybercriminali. Nel 2017 si è registrato un aumento esplosivo per quanto riguarda i malware, arrivati a quota 117.000.000, in 2 anni è stato sottratto quasi 1 miliardo di dollari. Il costo del cybercrime per l’economia globale, all’anno, impatta quanto il costo della gestione annuale di ben 4 stazioni spaziali. Le conseguenze di questo scenario, dal punto di vista pratico, finanziario e operativo, possono essere gravi e riguardare tutti, dal singolo utente alle imprese, fino alle grandi realtà produttive e finanziarie di ogni nazione.
In questa situazione, la condivisione delle conoscenze, la collaborazione senza distinzioni geografiche e la circolazione delle informazioni possono fare la differenza nella lotta al cybercrime, in modo da garantire sicurezza e protezione a tutti gli utenti, alle aziende e alle grandi realtà che credono nello sviluppo tecnologico e nella digital transformation per un futuro migliore. È proprio partendo da questi presupposti che Kaspersky Lab propone due appuntamenti nel contesto istituzionale e variegato del Festival della Diplomazia dedicati alla cybersecurity, con un focus sulla situazione internazionale, da un lato e, sul problema del cybercrime applicato al mondo industriale dall’altro. Al centro, l’importanza della collaborazione internazionale, come punto di incontro e chiave di volta per combattere il cybercrime.
Il primo incontro, intitolato “La collaborazione internazionale nell’ambito della sicurezza”, si svolge venerdì 19 ottobre alle ore 15.00 nella sede ANIA (Via San Nicola da Tolentino 72, Roma - Sala 7, 5° piano). A confronto varie personalità delle istituzioni, esperti e rappresentanti delle aziende chiamati a dialogare tra loro sullo scenario europeo ed euro-atlantico in ambito di sicurezza.
Tutte le grandi sfide di oggi hanno a che fare con fattori transnazionali e diffusi, che spesso si avvalgono di nuove tecnologie e delle possibilità offerte dal mondo digitale per eludere il controllo degli stati e agire con obiettivi globali. La comunità internazionale ha risposto con l’azione congiunta di varie organizzazioni internazionali, mentre a livello nazionale l’obiettivo principale è quello di sensibilizzare la società civile e le amministrazioni rispetto ai nuovi rischi per la sicurezza, soprattutto in ambito informatico e digitale. Un aiuto può venire dalla collaborazione tra le organizzazioni governative e il settore privato della cybersecurity: le grandi aziende hanno strumenti di lavoro, divisioni dedicate alla ricerca e sviluppo, esperti che operano a livello globale e informazioni che possono aiutare le autorità internazionali nella lotta al cybercrime. Partecipano a questo incontro, moderato da Luisa Franchina, Presidente dell’Associazione italiana esperti in infrastrutture critiche (AIIC), Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab; il Generale Francesco Vestito del Comando Interforze per le Operazioni Cibernetiche (CIOC); Francesco Maria Talò, coordinatore per le questioni di sicurezza dello spazio cibernetico e rappresentante MAECI al Tavolo Cyber; Corrado Giustozzi, esperto di sicurezza cibernetica AgID per lo sviluppo del CERT-PA; Domenico Gammaldi, Capo Servizio Supervisione mercati e sistema dei pagamenti di Banca d’Italia; il Comandante Dario Sgobbi, esperto di informazione e Intelligence del Ministero Infrastrutture e Trasporti.
Il secondo incontro, dedicato a “Cybercrime e Spionaggio Industriale: i rischi della rete” si tiene nel Salone Monumentale della Biblioteca Casanatense lunedì 22 ottobre alle ore 15.00 (Via Sant’Ignazio 52, Roma). Partendo dall’analisi di temi “caldi”, come lo smartworking, l’industria 4.0, l’e-health o il mondo dell’IoT e dell’IIoT, i partecipanti sottolineano i rischi sempre più frequenti derivati dal numero delle interconnessioni e dalla tecnologia. In questo contesto le organizzazioni cybercriminali crescono, in numero e complessità e le difficoltà incontrate dalle forze dell’ordine sono spesso legate al fatto di non avere sufficienti competenze o possibilità di accedere alle informazioni: è quindi necessario creare delle piattaforme di data sharing per anticipare e prevenire eventuali azioni criminali, facendo nascere luoghi di interconnessione tra mondo pubblico e privato dove far crescere un’expertise capace di affrontare le nuove minacce legate al cybercrime. Tra i partecipanti a questo tavolo di approfondimento, moderato dalla giornalista di Espresso e La Repubblica Floriana Bulfon, figurano Roberto Baldoni, Vicedirettore generale DIS con delega alla cyber security; Nunzia Ciardi, Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni; Marco Mayer, già Consigliere del Ministro dell’Interno per la Cybersecurity e Direttore del Master in Intelligence e Sicurezza del Link Campus University; Costantino Fiorillo, Responsabile Space Programs and Cyber Security del MIT. Con loro Gianfranco Vinucci, Global Cybersecurity Expert di Kaspersky Lab e Paolo Capodanno, Capo dei Sistemi Informativi di Elettronica Group, partner dell’incontro con Kaspersky Lab. Nel corso dell’evento è previsto anche un intervento del Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo.
“La collaborazione e l'intelligence condivisa, la cooperazione tra forze di polizia nazionali e società di cybersicurezza per indagini congiunte può dare vita ad una comunione di intenti tra settore pubblico e privato contro le minacce informatiche che, per loro natura, non conoscono confini”, ha commentato Morten Lehn, General Manager Italy di Kaspersky Lab. “Questo panorama aperto può servire alla promozione di un'industria della sicurezza informatica dinamica e competitiva, può portare allo sviluppo di tecnologie migliori e ad una protezione più robusta per tutti. La nostra partecipazione ad un evento di rilevanza internazionale, come il Festival della Diplomazia, con una serie di approfondimenti dedicati alla cybersecurity e all’importanza della collaborazione tra tutte le realtà coinvolte è un altro passo che Kaspersky Lab muove in un’ottica volta a promuovere la trasparenza e la fiducia, valori fondamentali in un mondo sempre più frammentato, dove solo la condivisione e la collaborazione possono portare ad una sicurezza più efficace e alla salvezza del mondo cibernetico da qualunque tipo di minaccia informatica”.
Info generali: http://festivaldelladiplomazia.eu/
✓ Incontro “La collaborazione internazionale nell’ambito della sicurezza”,
Venerdì 19 ottobre, ore 15.00, ANIA (Via San Nicola da Tolentino 72, Roma - Sala 7, 5° piano).
Per informazioni e per registrarsi all’evento: http://festivaldelladiplomazia.eu/evento/la-collaborazione-internazionale-nellambito-della-sicurezza/
✓ Incontro “Cybercrime e Spionaggio Industriale: i rischi della rete”,
Lunedì 22 ottobre, ore 15.00, Biblioteca Casanatense (Via Sant’Ignazio 52, Roma - Salone Monumentale).
Per informazioni e per registrarsi all’evento: http://festivaldelladiplomazia.eu/evento/cybercrime-e-spionaggio-industriale-i-rischi-della-rete/
Kaspersky Lab è un’azienda di sicurezza informatica a livello globale che opera nel mercato da oltre 20 anni. La profonda intelligence sulle minacce e l’expertise di Kaspersky Lab si trasformano costantemente in soluzioni di sicurezza e servizi di nuova generazione per la protezione di aziende, infrastrutture critiche, enti governativi e utenti privati di tutto il mondo. Il portfolio completo di sicurezza dell’azienda include la miglior protezione degli endpoint e numerosi servizi e soluzioni di sicurezza specializzati per combattere le sofisticate minacce digitali in continua evoluzione. Più di 400 milioni di utenti sono protetti dalle tecnologie di Kaspersky Lab e aiutiamo 270.000 clienti aziendali a proteggere ciò che è per loro più importante.
Per ulteriori informazioni: www.kaspersky.com/it



Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it