13 Dicembre 2019
[]
[]

News

Con “Help the Humans” arch. Cristina Finucci richiama le coscienze su invasione marina della plastica

02-04-2019 20:25 - Arte, cultura, turismo
GD – Milano, 2 apr. 19 – In occasione della manifestazione “Interni Milano Capitale dei Design”, l'arch. Cristina Finucci ha realizzato una installazione artistica, “Human Space”, che vuole richiamare l'attenzione sull'allarmante problema dell'invasione marina della plastica. Sul prato del Cortile d'Onore dell'Università degli Studi di Milano, in via Festa del Perdono 7, dall'8 al 19 aprile la Terra mostra una ferita sanguinante di magma incandescente: la lapidaria scritta “Help”.
Con circa due tonnellate di tappi di plastica, la cui raccolta è stata promossa dall'Università Roma Tre con la collaborazione di Caritas, contenuti in sacchi di reti rosse per alimenti e all'interno di gabbioni PoliMac di Officine Maccaferri, l'artista Maria Cristina Finucci ha disegnato quattro gigantesche lettere che compongono la parola “Help”, come fosse un grido dell'umanità al fine di frenare il disastro ambientale dell'inquinamento dei mari, attualmente in corso.
È questa la terza volta in cui Cristina Finucci lancia un disperato grido di aiuto, dopo la performance “Help” nella capitale, al Foro Romano (2018) e sull'isola di Mozia in Sicilia (2016). L'artista ha detto che “nel corso di questi anni, durante i quali ho realizzato installazioni in varie parti del mondo per denunciare la plastica negli oceani, il mio progetto si è trasformato e non si limita alla pur impellente questione ambientale, ma pone al centro l'individuo e l'intera vita sul pianeta”.
Maria Cristina Finucci è aureata in architettura all'Università degli Studi di Firenze, ha vissuto e lavorato a Mosca, New York, Parigi, Bruxelles, Madrid e a Roma, dove vive attualmente. La sua ricerca artistica è passata attraverso la pittura, la scultura, l'architettura, il design, la video art, per arrivare a sintetizzarsi in una forma di arte transmediale. Nel 2013 all'UNESCO (Parigi) Finucci decide di fondare il “Garbage Patch State”, uno Stato Federale, che comprende cinque isole formate dalla plastica dispersa negli oceani, la cui dimensione totale è di 16 miloni di km2 che ne fanno il secondo Paese al mondo in termini di estensione. Attraverso un processo narrativo fatto di installazioni ed altre manifestazioni pubbliche, definite come serie Wasteland, la Finucci delinea la storia del “Garbage Patch State” caratterizzata da un forte impegno etico e da un altissimo impatto mediatico. Tra le sue installazioni monumentali nel mondo: Parigi (Unesco, 2013); Venezia (in occasione della Biennale Arte, 2013); Madrid (ARCO, 2014); Roma (Museo MAXXI, 2014); New York (ONU Palazzo di Vetro 2014); Milano (EXPO in the City 2015, Fondazione Bracco); Venezia, Bluemed Conference (2015); Parigi (COP 21, New York Times, 2015); Mozia, Trapani (Fondazione Whitaker, 2016); Roma (Foro Romano, 2018). Nel 2018 come Capo di Stato ha firmato la risoluzione dell'ONU Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile. Ha ricevuto moltissimi premi in Italia e all'estero. Il suo lavoro d'artista è stato esposto in musei e istituzioni tra cui il Lu.C.C.A Museum of Contemporary Art e la Biennale di Shenzen; altre opere sono in collezioni permanenti di Istituzioni quali la Fondazione Bracco e la Camera dei Deputati. Nel febbraio 2019 è stata insignita della decorazione di Grande Ufficiale dell'Ordine di Merito della Repubblica Italiana.
Il curatore dell'iniziativa è Alessia Crivelli, autrice di contenuti, con oltre 20 anni di esperienza nella creazione di strategie di marketing, comunicazione e immagine per alcune delle più prestigiose realtà globali nell'ambito del lusso. Alessia oggi è Ambassador di Worldwide Shows Corporation, per cui cura progetti speciali. WSCorp, fondata da Marco Balich, Gianmaria Serra e Simone Merico, è una holding di riferimento nell'intrattenimento e nella comunicazione dal vivo; riunisce talenti per celebrazioni su larga scala, cerimonie olimpiche, format immersivi e eventi corporate esclusivi.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it