21 Settembre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Economia

Cina in equilibrio tra rischi interni e incognite esterne, consumi ancora in crescita, nuovi spazi per Made in Italy

18-07-2019 16:57 - Economia
GD - Milano, 18 lug. 19 – La Fondazione Italia Cina ha presentato oggi a Milano il suo X Rapporto annuale “Cina 2019. Scenari e prospettive per le imprese”, che raccoglie ricerche, analisi di rischio e previsioni nel breve-medio periodo sulla Cina. Il Rapporto - il più completo outlook sulla Cina attualmente presente in Italia, finalizzato a mostrare le prospettive per le imprese italiane in Cina - è elaborato dal CeSIF, il Centro Studi per l'Impresa della Fondazione Italia Cina. Quella milanese è la seconda tappa del roadshow di presentazioni, dopo l'appuntamento in Farnesina dell'8 luglio scorso e l'anteprima organizzata a Milano il 17 giugno per il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che ha firmato la prefazione del volume.
La presentazione di oggi è stata organizzata in collaborazione con l'Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Milano, presso la loro sede di via Pattari. Ad aprire i lavori sono stati Marcella Caradonna, Presidente Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, e Marco Bettin, Direttore Operativo Fondazione Italia Cina. Il Rapporto annuale è stato presentato da Filippo Fasulo, Direttore CeSIF - Centro Studi per l'Impresa della Fondazione Italia Cina mentre i focus settoriali hanno visto l'intervento di Roberto Diletto, Manager Diacron Business Consulting (Shanghai), Andrea Benigni, Amministratore Delegato Eca Italia, Federico Ruffino, Marketing & Communication Manager Triboo East Media, Savino Tatò, Partner Ernst & Young. Testimonianze aziendali di Roberto Ferraro, Executive Chairman Giacomini Asia – Pacific, e Massimo Bagnasco, partner e Managing Director Progetto CMR Cina. Gli interventi sono stati moderati da Arianna Gasbarra, Vicepresidente Commissione Internazionalizzazione delle Imprese e Rapporti con Organismi Internazionali.
L'edizione 2019 del Rapporto annuale è composta da 309 pagine, 204 grafici, 30 tabelle e una appendice. La pubblicazione prevede sei sezioni: le prime quattro riportano un'analisi di rischio Paese da un punto di vista politico, macroeconomico e di business environment. La quinta espone le principali implicazioni e opportunità settoriali per le imprese estere in Cina, con particolare riferimento a quelle italiane. Nello specifico sono analizzati 10 settori: alimenti e bevande, sanitario, retail, beni di lusso, protezione ambientale, prodotti chimici, macchinari, automotive, media e intrattenimento, arredamento. L'ultimo capitolo presenta le opportunità in Italia: turismo cinese e shopping, investimenti e incoming di studenti dalla Cina.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it