23 Settembre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Parlamento

Camera: parlamentari dal 5 aprile in Armenia, ma associazione pro Azerbaigian contesta viaggio

13-03-2019 13:26 - Parlamento
GD - Roma, 13 mar. 19 - Polemica azera per un viaggio in Armenia di un gruppo di parlamentare italiani. Ogni anno i deputati e senatori organizzano un viaggio di pellegrinaggio all'estero e quest'anno il luogo prescelto dal 4 al 9 aprile è l'Armenia e la trasferta è organizzata anche questa volta dall'ex ministro Maurizio Lupi. Ma all'Associazione di Amicizia tra Italia e Armenia è giunto un polemico invito ad annullare la trasferta da parte del presidente dell'Associazione della Gioventù Italo-Azerbaigiana, Farid Abbasov e del vicepresidente Emin Rustamov.
Le motivazioni delle ferme contestazioni sono spiegate nella lettera azera: "Riteniamo doveroso informare dell'aggressione militare dell'Armenia contro l'Azerbaigian, che è in corso da oltre 25 anni, e della situazione che attualmente regna in Armenia". E si fa esplicito riferimento al "conflitto del Nagorno Karabakh tra Armenia e Azerbaigian, sorto a causa delle rivendicazioni territoriali dell'Armenia contro il nostro Paese".
Nella lettera filo-azera si fa riferimento al fatto che "gli azerbaigiani (oltre 250 mila) che vivevano in Armenia sono stati deportati dalle loro terre natali".
E si ricorda inoltre che "a seguito della visita di Giovanni Paolo Il in Azerbaigian, nel 2002, fu donato alla comunità cattolica un terreno che ha permesso l'edificazione, con l'aiuto finanziario del governo azerbaigiano, dell'unica chiesa cattolica in tutto il Caucaso, dove Papa Francesco ha celebrato messa durante la sua visita del 2016 a Baku".
"L'Azerbaigian contribuisce inoltre alla salvaguardia del patrimonio del mondo cristiano e ha finanziato il rifacimento di numerosi luoghi sacri, incluse le catacombe dei Santi Marcellino e Pietro a Roma", prosegue la lettera.
"Ciò espresso, a nome di più di un milione di profughi e rifugiati azerbaigiani, vittime dell'Armenia, e di migliaia di studenti azerbaigiani in Italia, chiediamo di riconsiderare la sua visita del prossimo mese di aprile", conclude la missiva.
Da parte sua l'Associazione per l'Amicizia tra Italia e Armenia ha invece confermato il viaggio dei parlamentari. Mentre il romotore, on. Lupi si è limitato a dire che "abbiamo parlato con l'ambasciatore, ci ha riferito che non c'e alcun problema per la sicurezza".


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it