18 Maggio 2022
[]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Azerbaigian: Mehriban Aliyeva, primo vicepresidente, modello di impegno

26-08-2020 12:08 - Ambasciate
GD - Baku, 26 ago. 20 - Nello scacchiere caucasico emerge la figura di Mehriban Aliyeva, primo vicepresidente della Repubblica azerbaigiana, che proprio oggi festeggia il suo compleanno. Donna di grande spessore, espressione di un Paese che ha riconosciuto il diritto di voto alle donne già nel 1918, Mehriban Aliyeva è stata parlamentare dal 2005, ambasciatrice di buona volontà dell'Unesco e dell'Isesco (Organizzazione per la scienza, la cultura e l'educazione islamica).
Riconosciuta per i suoi impegni nel mondo sportivo, dal 2002 al vertice della federazione di ginnastica dell'Azerbaigian e con la sua guida il Paese ha organizzato con grande successo i primi Giochi europei di Baku, svoltisi nella capitale nel 2015, e i Giochi di Solidarietà Islamica, nel 2017.
Mehriban Aliyeva è anche presidente della Fondazione Heydar Aliyev, costituita in base alla volontà della nazione di esprimere la propria stima per la memoria di Heydar Aliyev, ex presidente della Repubblica e leader nazionale. La Fondazione partecipa attivamente nella costruzione di una nuova società e contribuisce allo sviluppo sociale ed economico del Paese, mediante l'attuazione di vari progetti nell'ambito di istruzione, salute pubblica, cultura, sport, scienza e tecnologia, ambiente e sociale, ecc.. La Fondazione, che ha il fine anche di far conoscere la cultura dell'Azerbaigian nel mondo, ha ottime relazioni con l'Italia e con la Santa Sede per i suoi numerosi progetti e le sue opere di recupero e valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, tra cui si ricordano le catacombe romane dei Santi Marcellino e Pietro e la Sala dei Filosofi dei Musei Capitolini di Roma.
Alla primo vicepresidente dell'Azerbaigian si deve anche un importante contributo per il rafforzamento della partnership strategica tra Italia ed Azerbaigian, come testimoniato dalla sua prima visita ufficiale in Italia nel settembre 2018, in cui ha incontrato tra gli altri il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella e il presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e ha partecipato ad eventi al Senato italiano e alla Galleria Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Roma, in occasione del 100mo anniversario della Repubblica Democratica dell'Azerbaigian.
Per il suo contributo ai rapporti tra Azerbaigian ed Italia nel 2018 le è stata conferita dal presidente della Repubblica italiana l'onorificenza di Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica italiana.
Ha un ruolo importante anche nei rapporti tra l'Azerbaigian e la Santa Sede, come testimoniato dalle sue numerose visite in Vaticano e dal conferimento, nel 2020, dell'Ordine di Papa Pio IX (Dama di Gran Croce dell'Ordine Piano).


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
Media partnership
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie