01 Dicembre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Vaticano

Anche a Barbara Jatta (Musei Vaticani) il premio "Il Poggio" dell´Educandato Statale "SS. Annunziata" di Firenze

28-11-2017 21:23 - Vaticano
GD - Firenze, 28 nov. 17 - Anche Barbara Jatta, direttrice dei Musei Vaticani, è stata tra le destinatarie del premio "Il Poggio", conferito dall´Educandato Statale "SS. Annunziata" di Firenze, nell´ambito di una rosa di donne di grande prestigio cui è andato il riconoscimento, durante una giornata piena di eventi che ha animato le sale della Villa di Poggio Imperiale, sede dell´Educandato Statale "SS. Annunziata" di Firenze, impegnato in una serie di iniziative dal profondo valore istituzionale, sociale ed educativo. La residenza è patrimonio mondiale dell´umanità tutelato dall´UNESCO.
Il premio "Il Poggio" 2017, alla sua prima edizione prende spunto dal nome del periodico storico dell´Educandato, bimestrale di informazione recentemente tornato alle stampe a oltre 50 anni dall´ultima edizione della storica testata. I riconoscimenti sono stati conferiti a donne di successo che, con il proprio lavoro e la propria tenacia, hanno raggiunto l´eccellenza delle proprie attività professionali: la scrittrice Dacia Maraini per la letteratura; Barbara Jatta, direttrice dei Musei Vaticani per l´arte; la giornalista Cesara Buonamici per il giornalismo; per la moda Micaela Le Divelec Lemmi, executive vice pesident and chief corporate operations officer di Gucci; il capitano Catia Pellegrino, della Marina Militare, per le Forze Armate; la nuotatrice olimpica Federica Pellegrini per lo sport; per l´associazionismo Caterina Ceccuti, vicepresidente e fondatrice di "Voa Voa! Onlus - amici di Sofia". Si tratta di un progetto che intende avvicinare gli studenti a realtà assolutamente diverse tra loro, accomunate però dalla presenza al loro interno di donne decise, che hanno dedicato la loro vita a ciò che più le appassiona, divenendo veri e propri esempi per le ragazze di oggi che sognano una carriera nei campi più disparati.
E´ poi stata intitolata la Sala Rosa della Villa Medicea di Poggio Imperiale alla Francesca Morvillo Falcone, moglie del giudice Giovanni e anche lei perita nell´atto criminale che ha ucciso entrambi e la loro scorta. L´iniziativa è nata dal desiderio condiviso di studenti, docenti e personale dell´Educandato di onorare la memoria degli agenti caduti e del magistrato antimafia Giovanni Falcone, oltre che della consorte Francesca Morvillo in quanto anche lei magistrato, donna, moglie morta per amore. E´ stato posizionato all´ingresso della Sala Rosa un busto raffigurante Francesca Morvillo Falcone, realizzato allo scopo da un artista fiorentino. Alla cerimonia ha partecipato, tra gli altri, pure il fratello Alfredo Morvillo,
C´è stata la consegna di tre contributi di studio, per mille euro ciascuno, a favore di orfani di personale appartenente alle forze dell´ordine caduto in servizio oppure a favore di figli disabili di personale delle forze dell´ordine in servizio, i cui nominativi sono stati forniti dal Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, dal Comandante Provinciale dell´Arma dei Carabinieri e dal Questore di Firenze.
A seguire la premiazione del concorso letterario "Amici a... 8 zampe", dedicato agli studenti della scuola secondaria di I grado dell´Educandato e ispirato alla storia narrata da Dacia Maraini nel volume illustrato per ragazzi "Telemaco e Blob. Storia di un´amicizia randagia". Gli studenti sono stati invitati a realizzare i testi incentrati su uno o più temi tra quelli trattati nel volume oggetto del concorso (ossia l´amicizia interrazziale, il saper affrontare le difficoltà della vita senza perdersi d´animo, il superamento delle differenze di "classe" sociale, le sperimentazioni condotte sugli animali, etc.). Alla cerimonia di premiazione era presente l´autrice Dacia Maraini.
L´Educandato Statale "SS. Annunziata" nasce nel 1823 e da allora ha contribuito alla formazione di migliaia di studentesse provenienti da tutto il mondo, future regine, grandi scrittrici e donne d´Europa all´avanguardia. Nel corso degli anni la qualità ed il prestigio dell´Educandato si sono sempre mantenuti ai più alti livelli, facendone uno dei primi collegi femminili d´Europa.



Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it