25 Settembre 2020
[]
[]
News
percorso: Home > News > Ambasciate

Ambasciata a Brasilia ricorda i 500 anni della morte di Leonardo con due eventi

03-10-2019 19:24 - Ambasciate
GD - Brasilia, 3 ott. 19 - L'ambasciata d'Italia in Brasile ricorda con una serie di prestigiose iniziative culturali le celebrazioni per i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci.
Il 10 ottobre, alle ore 17:30 nella Sala Nervi dell'Ambasciata d'Italia (SES Avenida das Naçôes Qadra 807 Lote 39), si terrà la conferenza "Leonardo Vinci: la scienza prima della scienza" del prof. Marco Cremona, dell'Università Federale Fluminense.
Visionario, inventore o scienziato moderno? Leonardo da Vinci rappresenta conoscenza ed esperienza, ingegnosità e scoperta, invenzione e pensiero libero e illimitato che va oltre ogni frontiera prestabilita. Parlare di Da Vinci significa quindi parlare di scienza e innovazione. Nel 2019, il 500° anniversario della morte di Leonardo da Vinci, maestro del Rinascimento e uno dei più grandi pittori di tutti i tempi. La lezione affronta i motivi per cui Leonardo da Vinci può essere considerato uno scienziato moderno. Presenteremo le varie discipline su cui Da Vinci si è basato per tutta la vita: pittura, anatomia, botanica, ingegneria. La ricerca anatomica di Leonardo, ad esempio, è il luogo di incontro ideale tra scienza e arte. Mostreremo la modalità come queste aree sono state affrontate da lui in modo diverso da ciò che era comune all'epoca. La sua postura è sempre stata un culto della ricerca, guidata da un processo di osservazione innescato da insolita curiosità.
Il prof. Marco Cremona è nato a Roma, fisico all'Università “La Sapienza” di Roma. Dottorato di ricerca presso il PUC-Rio, dove è professore associato III presso il Dipartimento di Fisica dal 1999. È ricercatore CNPq 1B e scienziato del nostro stato FAPERJ. Ha tenuto più di 40 lezioni in occasione di eventi scientifici nazionali e internazionali. Ha scritto oltre 110 articoli scientifici e 5 capitoli di libri. Era uno dei 25 brasiliani invitati a partecipare all'evento del Brasile-Day organizzato dalla Royal Society (Londra). È ricercatore nel campo dell'elettronica organica e con proprietà fisiche di nanomateriali, film sottili e superfici.
Prosegue intanto dal 27 settembre sino al 1° novembre la mostra “Leonardo da Vincia vive", che si tiene nella stessa rappresentanza diplomatica italiana. Continuando le celebrazioni dell'anniversario leonardiano, l'ambasciata italiana a Brasilia e la scuola Leonardo Da Vinci invitano il pubblico alla mostra "Leonardo da Vinci vive", nella Sala Nervi.
Esistono 21 prototipi del genio del Rinascimento, costruiti in dimensioni naturali, sei dei quali non pubblicati: la Cutter Car, la Balestra, il Ponte girevole, l'inclinometro, il Pile Driver e la Hydraulic Saw. In mostra anche l'escavatore di trincea, la catapulta, il meccanismo di ala, bullone e dado, studi sull'ala, la macchina volante, la bicicletta, il cambio, il camminare sull'acqua, la gru, la barca che gira, il pedalò, l'anenometro, la macchina per misurare la velocità del vento, la tecnica d'assalto.
Le opere saranno accompagnate da pannelli con riproduzioni di opere di Leonardo da Vinci, come "Ultima cena" e "Gioconda".


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it