29 Settembre 2020
[]
[]
News

Allo scrittore Giosuè Calaciura 3° “Premio Marco Polo Venise” con ambasciatori di Italia e Francia

11-10-2019 18:00 - Arte, cultura, turismo
Lo scrittore Giosuè Calaciura
Lo scrittore Giosuè Calaciura
GD – Venezia, 11 ott. 19 – Lo scrittore Giosuè Calaciura, con “Borgo Vecchio”, è il vincitore della terza edizione del “Premio Marco Polo Venise”, la cui consegna avverrà domani a Venezia nell’Isola di San Servolo, alla presenza anche degli ambasciatori italiano a Parigi e francese a Roma. Con lui domani sarà premiata con il “Marco Polo Venise” pure la traduttrice in francese dell’opera, Lise Chapuis, edita da Noir sur Blanc. Il premio per la narrativa “Marco Polo Venise” è infatti una iniziativa ideata dalla promotrice letteraria Christine Bach, volta a insignire il successo di un’opera italiana sul mercato francofono.
Proprio ieri France Culture, nella trasmissione radiofonica "La Grande Table des idées", condotta da Olivia Gesbert, ha intervistato lo scrittore e saggista francese Charlez Dantzig, tradotto anche in Italia, proprio mentre si attendevano i nomi dei vincitori del Nobel per la Letteratura (andato a Olga Tokarczuk e Peter Handke) e alla domanda su quali scrittori meriterebbero il Nobel, Dantzig ha risposto che "uno dei migliori romanzieri italiani viventi è Giosuè Calaciura, di cui in Francia è stato recentemente tradotto 'Borgo Vecchio'. Uno scrittore straordinario". Calaciura ha prevalso su una nutrita schiera di scrittori connazionali che si trovano, al pari suo, ai primi posti nelle classifiche dei best sellers stranieri in Francia.
Il premio ha come sponsor organizzativo la Venice International University VIU, presieduta dall’amb. Umberto Vattani, che presiede la Giuria. L’iniziativa gode, inoltre, del sostegno finanziario del Gruppo Generali e del contributo del Gruppo Altran.
La cerimonia di consegna del premio avrà luogo nell’Auditorium della VIU nell’Isola di San Servolo sabato 12 ottobre, alle ore 17:30. Fra le autorità presenti, vi saranno gli Ambasciatori di Francia in Italia, Christian Masset, e d’Italia a Parigi, Teresa Castaldo. Daniel Rondeau, uno dei 40 Immortels dell’Académie française terrà una prolusione. Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro riceverà i vincitori del Premio, gli organizzatori e i componenti della Giuria alle ore 9:30 a Palazzo Ducale.
L’amb. Umberto Vattani, presidente della Giuria, ha detto che “di regola si premia un romanzo in lingua originale. In questo caso, invece, si allarga lo sguardo alla sua traduzione in francese. I traduttori vanno incoraggiati, affinché il panorama della narrativa italiana, così ricco e articolato, venga riflesso senza lacune o stereotipi nel mondo letterario francese. Alla VIU stiamo pensando di moltiplicare queste iniziative, per meglio diffondere la narrativa italiana nel mondo.”
“La filosofia originale che ispira il Premio e mi ha spinto a realizzarlo”, ha sottolineato la sua ideatrice Christine Bach, “sta appunto nel considerare la letteratura un ponte intellettuale per il dialogo fra i popoli, in una tensione comune verso la pace.”
Giosuè Calaciura, giornalista, scrittore, collabora con giornali e riviste. I primi passi nella carta stampata li ha mossi nel mitico quotidiano “L'Ora” di Palermo. Ha scritto per il teatro e la radio. È autore della trasmissione “Fahrenheit” di RAI Radiotre. Tradotto in Spagna, Germania e Francia, i suoi racconti sono pubblicati in antologie e raccolte.
Ha pubblicato i romanzi “Malacarne” (Baldini & Castoldi 1998), in Francia con Les Allusifs e Noir sur Blanc; “Sgobbo” (B&C 2002), Premio Selezione Campiello, edito in Francia con Les Allusifs, Gallimard e Noir sur Blanc con il titolo”Passes noires”; “La figlia perduta. La favola dello slum” (Bompiani 2005), in Francia con il titolo “Conte du bidonville” da Les Allusifs; “Urbi et Orbi” (B&C 2006), in Francia con Noir sur Blanc; “Bambini e altri animali” (Sellerio 2013); “La penitenza” (Mincione editore 2016); “Pantelleria. L’ultima isola“ (Laterza 2016); Il tram di Natale (Sellerio 2018).
Il libro premiato, “Borgo Vecchio” (Sellerio 2017), Premio Volponi, Premio Presidi del Libro della Regione Puglia, è pubblicato in Francia da Noir sur Blanc.
Tutti i romanzi di Calaciura editi in Francia sono stati tradotti dalla co-premiata Lise Chapuis, che è riuscita a renderne perfettamente la scrittura originale e di straordinario vigore. L'autore palermitano, trapiantato a Roma, ha recentemente vinto il "Premio Volponi" e il "Marco Polo" ed è finalista in Francia del prestigioso "Prix Femina", che sarà assegnato il prossimo 25 ottobre.


Fonte: Redazione
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it